News

Il Limoncello potrebbe conquistare il mondo, ma deve coinvolgere i bartender

Vanessa Piromallo
April 3, 2024

La moda dell'aperitivo all'italiana nel mondo apre le porte all'uso del Limoncello in miscelazione, ma i produttori italiani devono agire

Secondo quanto pubblicato sul numero di Settembre 2023 di The Spirits Business magazine, il Limoncello potrebbe potenzialmente ampliare i volumi a livello mondiale se i brand saranno in grado di capitalizzare sul suo utilizzo nei cocktail e non solamente come digestivo. Non è un caso, infatti, che Pallini abbia di recente rilasciato un comunicato stampa che riporta quanto segue:

“Pallini, la storica distilleria romana, l’unica ancora attiva nella capitale dai primi del Novecento, continua a crescere: sia in termini di fatturato, superando i 18 milioni del 2022 con un incremento del +17% e arrivando così a quota 21,5 milioni, sia in termini di espansione globale. Importanti milestone raggiunte, che non sono però da intendersi come punti d’arrivo, anzi: tanti sono i progetti per il 2024, primo tra tutti il restyling del Limoncello Pallini – diventato il limoncello premium più venduto al mondo – in un anno in cui l’azienda punterà ancora una volta ad espandersi ulteriormente, consolidando i mercati negli USA, in Germania e Regno Unito, oltre al segmento Duty Free e Travel Retail.

Il restyling di Limoncello non è l’unica novità in casa Pallini per il 2024: in linea con il repackaging del prodotto principale, l’azienda ha deciso di rivisitare anche altre extension di linea, come la Crema di Limoncello Vegana e soprattutto di Limonzero, il primo limoncello analcolico lanciato nel 2023. In particolare, quest’ultimo ha avuto un ottimo riscontro negli Stati Uniti e nel Nord Europa: ad oggi, è l’unico prodotto nella categoria dei limoncelli non alcolici e sta destando sempre più interesse. Per il 2024, l’azienda per Limonzero prevede infatti una crescita del 30%, portandolo a valere il 10% del volume del Limoncello nei prossimi due anni.

Il trend dei prodotti analcolici o a basso tenore alcolico sta crescendo in moltissimi mercati, in particolare nel Nord Europa ed oltre oceano. Negli Stati Uniti, per esempio, iniziano ad esserci intere sezioni dedicate ai prodotti no alcohol nei negozi e nelle carte dei drink – spiega ancora Micaela Pallini – LimonZero sta infatti ottenendo un ottimo riscontro, con tassi di crescita a doppia cifra.” Tra gli altri focus del 2024, la gamma di limoncelli Pallini sarà arricchita con il Limoncello Spritz, sia ready to drink in lattina sia alla spina, ed alcune edizioni limitate IGP prodotte in Costiera Amalfitana.”

L’articolo di The Spirit Business spiega che, nonostante in Italia si continui a pensare al Limoncello come a un liquore da servire nei ristoranti a fine pasto, altrove esso sta rinascendo in quanto i brand e i bartender riconoscono la sua versatilità nei cocktail e la possibilità di utilizzarlo per twist sullo Spritz. In questo modo viene servito anche per l’aperitivo e nelle serate, non solo come digestivo.

Secondo i dati rilasciati da IWSR Drinks Market Analysis il limoncello copre il 2% del mercato dei liquori e i volumi di vendita sono saliti dell’8% tra il 2021 e il 2022. Il volume delle vendite della categoria premium e superpremium è cresciuta dell’11% grazie a una crescita in Italia e nei principali mercati d’esportazione, cioè Stati Uniti, Regno Unito e Spagna.

José Luis Hermoso, research director for Central & South America presso IWSR, spiega che fino a 10 anni fa oltre il 75% del limocello italiano era consumato in Italia mentre oggi oltre il 50% viene esportato e avverte che è importante cavalcare quest’onda nonostante il difficile periodo economico e l’inflazione, perché la popolarità dell’aperitivo all’italiana è ormai globale e nel mondo sono ben accolte le alternative allo Spritz classico.

L’articolo riporta che anche Bottega ha visto un incremento del 15% delle vendite del suo Limoncino nel 2022, mentre Limoncello di Capri ha aumentato notevolmente l’esportazione, soprattutto in Europa Centrale e Scandinavia, e Villa Massa ha vissuto un anno da record nel 2022 con una crescita delle vendite del 16% e l’apertura di nuovi mercati come le Americhe e i paesi nordici.

In UK sono particolarmente in voga i cocktail da aperitivo e gli Spritz, serviti in alcuni dei bar più prestigiosi del mondo. In questi locali il limoncello viene utilizzato nei drink, soprattutto negli Spritz e nello Sgroppino, diventato estremamente popolare negli ultimi anni. Nell’articolo di The Spirit Business sono molti i proprietari dei bar inglesi più rinomati che spiegano che questo liquore non dovrebbe essere relegato nella categoria dei digestivi. Può essere usato nei cocktail sour, nei drink in stile Collins e in tanti altri modi e sarebbe auspicabile che anche in Italia lo si cominciasse a vedere in questo modo.

All’uso del limoncello nei cocktail di pregio consegue la necessità di poter trovare all’estero una maggiore scelta di limoncelli artigianali di qualità e meno prodotti mainstream troppo edulcorati. Sono tantissimi i produttori stranieri che hanno cominciato a fare i propri limoncelli e sarebbe veramente uno scempio se l’Italia perdesse un’opportunità di crescita in favore di questi liquori stranieri, soprattutto quando possiamo contare sulla qualità, genuinità. tradizione e fama del limoncello italiano. Bisognerebbe inoltre proteggersi dai falsi, in quanto sono molti i liquori che circolano all’estero brandizzati come “limoncello italiano” ma non prodotti in Italia.

L’articolo continua sottolineando l’importanza dell’educazione dei consumatori. I produttori dovrebbero esaltare molto meglio e di più la provenienza e la qualità dei loro prodotti. Sono troppi i brand poco o mal conosciuti nonostante la loro qualità e la brand awareness sia fondamentale per la crescita di un prodotto. Non solo marketing e packaging, ma anche le collaborazioni con i bartender e le associazioni di bartender sono importanti per riposizionarsi e farsi conoscere. A tutto il mondo piace l’idea di un sorso di sole italiano nel proprio bicchiere.

Lascia un commento

Conferma

Categorie

News
1285
Ricette
397
Recensioni
363
Interviste
274
Altro
Riduci
drink more water pernod
News
Pernod Ricard lancia la seconda fase della campagna Drink More Water
drink whisky
News
Novità dal mondo del gin e dei distillati in Scozia, USA e Africa
sabatini gucci giardino
Ricette
Sabatini Gin con Martina Bonci e Gucci Giardino 25: la drinklist “Sharing moments”

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News