News

Novità dal mondo del gin e dei distillati in Scozia, USA e Africa

Vanessa Piromallo
April 23, 2024

In Scozia la Orkney Distillery inizia la produzione di rum e whisky e Glenturret lancia il suo gin, negli USA Freeland celebra le donne con un gin invecchiato e in Africa arriva il gin all’ananas

Orkney Distilling

Finalmente la distilleria scozzese, già produttrice di Beyla Pink Gin e Kirkjuvagr Gin, dopo i ritardi dovuti alla pandemia ha cominciato la sua produzione di whisky e di rum il 27 marzo, avendo ricevuto solamente l’anno scorso la licenza per la distillazione di questi due prodotti. Era dal 2017, quando aprirono la distileria, che i fondatori sognavano di creare whisky e hanno lavorato con i maggiori esperti per farlo al meglio portando avanti la tradizione delle Isole Orcadi. Intanto hanno stabilito la propria posizione sul mercato grazie al successo dei loro gin e hanno rapidamente ampliato il sito produttivo che, alla fine dell’estate, si allargherà ulteriormente con un nuovo capannone e tre nuovi alambicchi in rame che permetteranno di arrivare a produrre 30.000 litri all’anno di alcol puro. Fra tre anni (tempo minimo dell’invecchiamento del whisky) scopriremo i primi risultati: due blended whisky, uno torbato e uno no, e un single malt da antiche varietà di orzo.

Orkney Distillery

Glenturret

Rimaniamo in Scozia ma ci spostiamo nel Perthshire, dove The Glenturret, la più antica distilleria scozzese, ha iniziato a produre The Aberturret London Dry Gin, ha assunto Jennie Baernreuther come nuova manging director e ha aperto al pubblico la Aberturret Estate House. Il gin è composto da 14 botaniche tra cui una particolare spezia chiamata Sumac ed è miscelato con il distillato creato da The Glenturret. Il gin, venduto al pubblico al prezzo di 45 Sterline, è classico al naso e al palato, dal ginepro intenso, ma con una morbidezza incredibile per i suoi 45 gradi alcolici e un tocco dolce del tutto moderni. Il nome è quello della Aberturret Estate House, già Dower House del Clan Murray, che fondò The Glenturret distillery oltre 260 anni fa. La proprietà è stata ristrutturata e può essere prenotata per eventi privati, ha 6 camere matrimoniali, è adibita per catering privati ma si trova a una breve distanza a piedi dal ristorante stellato The Glenturret Lalique, è arricchita da antichità e pezzi d’arte dell’800 ed è dotata di spazi per diverse attività come il tiro con l’arco, la pesca e il golf. Il prezzo parte da 3.000 Sterline a notte.

Glenturret

Freeland Spirits

L’azienda al femminile Freeland Spirits (Portland, Oregon, Stati uniti) ha lanciato il suo nuovo Old Tom Gin in edizione limitata, invecchiato sei mesi in botti ex Uncle Nearest Whisky, uno dei più popolari del paese e prodotto nel Tennessee. Per ogni bottiglia venduta (il costo è di circa 50$ per 750ml) vengono devoluti 5$ a Regarding Her, un’organizzazione non-profit che supporta le imprenditrici nel campo del food & beverage. Il gin ha una gradazione del 57% vol. e la fondatrice e master distiller di Freeland, Molly Troupe, dice che le botti di Uncle Nearest Premium Whiskey hanno regalato al distillato note di legno, arancia e caramello dolce. Negli USA, dove il gin non è popolare come in altri parti del mondo mentre sono molto apprezzati i whisky e i bourbon locali, sono molto numerosi i produttori che creano gin invecchiati per attirare i consumatori verso questo distillato tramite sapori a loro più famigliari.

Freeland Spirits

Spearhead Bayab Palm & Pineapple Gin

L’azienda africana Spearhead ha di recente lanciato questo gin creato con otto botaniche del continente, per l’esattezza da Ghana e Zambia (baobab), Kenya (ginepro), Botswana (sale grosso) e Sudafrica (arancia, cannella, coriandolo, rosmarino e ananas). Viene distillato in alambicco in rame a KwaZulu-Natalm in Sudafrica. I produttori consigliano Bayab Palm & Pineapple in cocktail agrumati come il Gimlet. Lodescrivono come un gin “rinfrescante, con un tocco di dolcezza al palato e note di agrumi freschi e ananas dolce”. Viene distribuito in UK, Sudafrica e USA. La Spearhead Spirits è stata fondata nel 2021 in UK da Chris Frederick e Damola Timeyin con l’intento di connettere l’Africa con il resto del mondo attraverso i distillati. Collabora con Ho Technical University in Ghana per la conservazione dell’albero del baobab e per portare acqua e riparo alle popolazioni africane. Tra i suoi prodotti troviamo anche Visa Vodka, distillata a partire da zucchero di canna locale.

Spearhead Bayab Palm & Pineapple Gin

Lascia un commento

Conferma

Categorie

News
1298
Ricette
400
Recensioni
364
Interviste
275
Altro
Riduci
grey goose altius 4
News
Grey Goose Altius, la nuova vodka delle Alpi francesi
image (37)
News
NIO Cocktails si unisce al Festival dello Sviluppo Sostenibile con un'attività di Plogging
image (34)
News
Campari investe 75 milioni per espandere la produzione di Aperol

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News