Pernod Ricard annuncia nuovi grandi investimenti nel gin

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Da Plymouth e Beefeater a Monkey 47, da Malfy a Ki No Bi, Pernod Ricard non arresta la sua corsa nel mondo del gin e le attività del suo Gin Hub

Pernod Ricard è uno dei più grandi colossi della distribuzione delle bevande a livello mondiale. l’azienda francese da tempo ha iniziato a investire nei gin premium e di recente ha annunciato ulteriori grandi investimenti. Inoltre la managing director di The Gin Hub, Louise Ryan, ha spiegato che sono in continua ricerca di brand che vadano incontro ai trend tra i consumatori. The Gin Hub è l’iniziativa creata per raggiungere un target più ampio di consumatori di gin (approfondisci).

Il gin continua a essere il principale investimento dei colossi del settore

Pernod Ricard, già proprietaria di Beefeater e Plymouth, tra i brand più venduti al mondo, ha iniziato i suoi investimenti nei brand super premium acquistando le quote dell’azienda tedesca Monkey 47 e poi ha continuato con l’acquisizione dell’italiano Malfy Gin. Adesso aggiunge al suo portfolio il prestigioso brand giapponese Ki No Bi (leggi della nostra visita alla Kyoto Distillery).

Per chi è convinto di avere un gin davvero unico, innovativo e al passo coi tempi, la presenza nel portfolio di Pernod Ricard può rappresentare un’opportunità davvero unica. Louise Ryan infatti, in un’intervista a The Spirit Business, ha specificato che l’azienda è in cerca di gin che diano completezza all’attuale portfolio, che siano allineati con le tendenze di consumo nei mercati principali in tutto il mondo e soprattutto che siano davvero unici e inimitabili. La scelta da parte di Pernod Ricard di investire ulteriormente nel gin è data da diversi fattori, tra questi il fatto che ritiene che questa categoria abbia ancora ampio margine di crescita e che durante l’emergenza sanitaria ha visto crescere i suoi consumi. Secondo la managing director questo è dovuto anche al fatto che il gin sia un distillato “gender neutral”, amato tanto dalle donne quanto dagli uomini.

Plymouth è il brand storico di pernod Ricard, Beefeater quello più venduto nel mondo e in continua crescita. Nel 2016 ha acquistato Monkey 47 per inserirsi nel mercato dei gin ultra-premium. A giugno 2019  ha aggiunto Malfy perché già ben consolidato in oltre 20 mercati e colonna portante del mercato dei gin aromatizzati. Invece a marzo 2020 ha deciso di investire significativamente nella Kyoto Distillery, produttrice dell’ultra-premium brand Ki No Bi, in quanto pioniere del gin giapponese e dal successo incredibili nei bar di tutto il mondo.

Pernod Ricard vuole costruire una nuova distilleria entro i prossimi due o tre anni per la Kyoto Distillery ed è in cerca della location giusta. Marcin miller, co-fondatore della Kyoto Distillery, ha specificato che l’attuale distilleria è piccola e spera che il nuovo sito sia studiato secondo il “konwa”, il raggiungimento dell’armonia attraverso il blending, nome che utilizzano per il processo di produzione dei gin Ki No Bi. Nel frattempo è stato aperto a Kyoto il primo centro visitatori “The House of Ki No Bi” in quanto l’attuale distilleria non è strutturata per accogliere visite.

 

Fonte:

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2020 - That's The Spirit SRL - PI/CF 03553861208 - Tutti i diritti riservati