Vocabarlario 3: i bicchieri da cocktail

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Tumbler alto o basso? E che differenza c’è col Collins? Coppa da Martini, da Champagne o Asti? I bicchieri da cocktail non avranno più segreti

La scelta del bicchiere giusto è fondamentale per la preparazione di un cocktail. Le motivazione vanno oltre a quelle puramente estetiche e riguardano anche la capienza, la capacità termica, la forma in grado di liberare o conservare i profumi o, in alcuni casi, le bollicine. Ecco una panoramica completa di descrizione delle principali tipologie dei bicchieri da cocktail. Non è esaustiva, ma copre tutte le basi.

martini cocktail

Coppa Martini

Coppa Champagne

Coppa da Cocktail / Coppa Martini

Il classico ed elegante bicchiere di forma conica rovesciata con lo stelo. Si usa per short drink o comunque cocktail che non superano una determinata quantità. La coppa Martini classica ha infatti una capienza da 6cl, anche se ormai è più diffusa quella da 9-10cl. Si utilizza per cocktail serviti senza ghiaccio o, in certi casi, con ghiaccio tritato e quindi va sempre congelata o almeno raffreddata prima dell’uso.

Coppa Asti / Coupé

Una coppa molto elegante simile a quella Martini, ma tondeggiante, con una capienza attorno ai 20cl. Nasce per la degustazione degli spumanti aromatici e di quelli dolci, ma dagli Stati Uniti si è diffusa anche l’abitudine di servirci alcuni cocktail, soprattutto straight up, a volte anche il Martini stesso. Anch’essa dunque va usata congelata. Secondo la leggenda è modellata sulla forma del seno della Regina Maria Antonietta di Francia, ma in realtà è stata inventata in Inghilterra nella seconda metà del ‘600, un secolo prima della nascita di Maria Antonietta.

Coppa Champagne

Come chiaramente indica il nome, si utilizza per la degustazione dello Champagne o per servire Sparkling cocktails, cioè drink in cui si miscelano vini frizzanti. Non è molto diversa dalla precedente.

Flute

Il classico bicchiere alto e stretto con stelo usato per bere spumante e prosecco, grazie alla sua forma fa risaltare le bollicine (perlage) di questi vini. Anch’esso può essere usato per la miscelazione di quest’ultimo in cocktail come per esempio il Bellini.

Tumbler basso, medio, alto

Tumbler Medio o Collins

Dalla forma cilindrica alta e stretta, è molto utilizzato per i long drink per via della sua discreta capienza. Prende il nome dall’omonimo cocktail e può contenere 12-14 once di liquido, utile quindi anche per servire bottigliette di soda e, volendo, anche la birra piccola.

Tumbler Alto o HighBall

Come il precedente, ma leggermente più alto, è tra i bicchieri più capienti e quindi è molto utilizzato per i long drink. Tipicamente infatti lo si usa per Whisky&Soda, Cuba Libre e anche Gin Tonic (da alcuni anni molto servito anche in coppa Balloon). Può avere i lati dritti o leggermente svasati.

Tumbler Basso / Old Fashioned / Rock Glass

Il bicchiere più classico di tutti, si usa per servire liquori o distillati in purezza con ghiaccio. Nei bar trova anche molti altri usi veramente tra i più disparati.

Coppa Balloon

Balloon

Coppa con stelo alto e molto bombata, era caduta quasi in disuso prima dell’attuale ritorno in voga del Gin Tonic. Oggi la si vede anche utilizzata per gli spritz in alcuni bar. Oltre all’eleganza, ha il vantaggio di essere molto capiente, in grado di contenere abbondante ghiaccio anche in cubetti grandi e oltre 40cl di liquido. Con Balloon a volte si indica anche la coppa per la degustazione del brandy, più piccola e con lo stelo cortissimo.

Bicchiere da degustazione

Sour Glass

Copita o Goblet

Questo piccolo bicchiere di origine spagnola non viene solitamente utilizzato nella cockteleria, anche se a volte c’è chi lo usa per i Sour o i Flip. Il suo uso più comune è per la degustazione di Sherry o Marsala, ma spesso lo si trova anche nelle sessioni di tasting dei distillati. Del resto è estremamente simile al bicchiere da degustazione, la cui forma permette di cogliere al meglio gli aromi dei distillati.

Sour Glass

Questo piccolo bicchiere è stretto sul gambo e si assottiglia verso un labbro più largo. Come suggerisce il nome, è usato per servire i sours straight-up, ma non è in realtà molto diffuso e infatti in molti bar preferiscono gli Old Fashioned o altri tipi di bicchieri per i Sours.

Sling Glass

Pint Glass

Sling

Bicchieri lunghi e stretti che si allargano verso la cima, come quelli per la birra Pilsner. Prende il nome dalla categoria di cocktail di cui il più noto è il Singapore Sling. Viene spesso usato in alternativa al Collins.

Boston / Pint Glass

Un bicchiere conico alto e pesante con un bordo spesso. Si usa per servire le pinte di birra, ma anche come parte del Boston Shaker e a volte viene usato proprio per servire il cocktail agitato.

Julep Cup

Mule Mug

Julep Cup

Coppette a forma di cono in acciaio inox o argento o peltro (non vetro), comunemente usate per i cocktail Mint Julep, anche se adesso sono tornate di moda e a volte vengono usate anche per altri tipi di drink. Hanno il vantaggio di raffreddarsi molto in fretta col ghiaccio infatti si ricoprono subito di brina all’esterno. La capienza può essere variabile.

Mule Mug

Tazze di rame tradizionalmente usate per servire il Moscow Mule, ma che adesso hanno preso piede in molti cocktail bar e sono usate anche per varianti e altri tipi di cocktail, genericamente con Ginger Beer o Ginger Ale. Solitamente la capienza è di circa 35cl.

Tiki mug

Un altro tipo di tazza non in vetro – ma in ceramica – che di recente è fortemente in voga. Ne esistono di ogni forma, dimensione e colore e rendono immediatamente riconoscibili i cocktail in stile Tiki, come dice il nome.

Punch

Margarita Glass

Punch

Il bicchiere da Punch non è altro che una tazza in vetro, poiché serve a tenere in mano i cocktail serviti caldi, come appunto il vecchio classico punch.

Shot Glass

I bicchierini da shot si trovano di ogni forma e dimensione. Hanno una capacità di soli 6cl e si usano proprio per gli shot da buttare giù in un fiato. Per gli shot stratificati si consiglia di preferire uno shot glass lungo e stretto.

Margarita Glass

Questo bicchiere sinuoso a forma di sombrero rovesciato prende il nome dall’omonimo cocktail. E’ usato prevalentemente per servire Margarita nella versione frozen con la bordatura di sale. La capacità è di circa 25cl.

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati