Arbikie Kirsty’s Gin: una grande master distiller per un ottimo gin

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Arbikie Kirsty Gin

Un gin morbido, che ricorda il mare, la terra e le rocce della favolosa costa est della Scozia, un gin che porta il nome di una delle migliori master distiller: Arbikie Kirsty’s Gin

Vi abbiamo da poco raccontato la storia della Arbikie Highland Estate nella nostra recensione di Arbikie AK’s Gin (vedi articolo). L’enorme tenuta dove i fratelli John, Iain e David Sterling hanno fondato la loro distilleria, ricavata da una vecchia stalla, si trova in una zona della Scozia particolarmente assolata che permette di coltivare materie prime di altissima qualità. Qui i distillati sono dunque prodotti in maniera artigianale e secondo una produzione “farm-to-bottle” con ingredienti a “km 0” e una forte attenzione alla limitazione degli sprechi e all’uso di energia pulita, infatti l’azienda funziona a energia solare. I fratelli Sterling si definiscono, a buona ragione, “artigiani della terra”, provenendo da una storia centenaria di coltivatori e mantenendo le loro tradizioni e la loro territorialità anche per il business dei distillati. Oltre ad AK’s Gin, producono anche Arbikie’s Kirsty Gin, il primo gin super-premium della Scozia.

Arbikie Kirsty Gin

La distillazione di Arbikie Kirsty Gin:

Arbikie Kirsty’s Gin viene prodotto a partire da un’alcol di patate di tre diverse varietà, coltivate direttamente nell’azienda agricola della tenuta e utilizzato anche per la Vodka Arbikie. Tra le botaniche troviamo il ginepro, raccolto nella tenuta, e alcuni ingredienti particolari provenienti dalla zona: alghe, Carlina acaulis e mirtilli.

Per la produzione dell’alcol utilizzano il loro alambicco a colonna da 40 piatti, mentre il gin viene finalizzato con il pot still tedesco, entrambi assemblati direttamente all’interno della distilleria dai tecnici della fattoria. Con l’aggiunta di acqua pura viene portato a una gradazione del 43% vol.

arbikie kirsty gin

La master distiller Kirsty Black

La storia di Arbikie Kirsty’s Gin:

Il nome è quello della master distiller Kirsty Black, inserita nella top ten delle migliori distiller donne da Spirit Business Magazine. Kirsty ha personalmente scelto e selezionato le botaniche tra quelle disponibili localmente per poter rappresentare al meglio nel gin che porta il suo nome i bellissimi paesaggi dei dintorni della distilleria. Oltre alle bacche di ginepro raccolte nel ginepraio della tenuta, ha quindi scelto l’alga Laminaria che richiama il mare, i cui profumi e la cui salsedine influiscono sul sapore delle coltivazioni nella Arbikie Estate, i mirtilli dai boschi e la Carlina acaulis dai prati adiacenti. Quest’ultima è una pianta erbacea detta anche Carciofo selvatico o Cardo argentato per la sua somiglianza con le piante del genere “Cardo”. Gli elementi dell’oceano, della roccia e della terra che circondano i loro campi nella costa est della Scozia sono dunque tutti rappresentati nelle botaniche di Kirsty’s Gin.

La master distiller ha lavorato per ben due anni alla creazione di questa ricetta. Per portare avanti il suo progetto ha collaborato durante le sue ricerche con la Heriot-Watt University di Edimburgo, l’Edinburgh Botanics (il giardino botanico reale di Edimburgo, che è anche un importante centro di ricerca scientifica per lo studio delle piante e della loro biodiversità) e il giardino botanico Forfar Botanists di Angus, la regione della Scozia dove si trova la distilleria.

arbikie kirsty gin

Il profilo aromatico di Arbikie Kirsty’s Gin:

Al naso Arbikie Kirsty’s Gin risulta molto fresco, con note speziate di pepe nero e un aroma che ricorda le coste marine. Sul palato è infinitamente morbido, cremoso, con note floreali e agrumate delicatamente bilanciate da quelle di pepe nero. Il lungo finale ha una piacevole persistenza ed ha un tocco di dolcezza dato dai mirtilli. Il gusto morbido che caratterizza questo gin è dato principalmente dall’alcol di patate, mentre le alghe danno quel tocco marino che lo rende del tutto unico. (Vedi scheda tecnica)

Peppermint Southside (cocktail – fonte: arbikie.com)

Arbikie Kirsty’s Gin in miscelazione:

Arbikie Kirsty’s Gin funziona particolarmente bene in cocktail un po’ più tendenti al dolce, adatti ad avvicinare al mondo del gin chi solitamente preferisce la vodka o drink molto beverini. Un esempio è l’utilizzo nel Negroni assieme a un vermouth dolce per una versione più morbida. Nel sito web del brand si trovano anche altre ricette, ecco due esempi che abbiamo tradotto in italiano: 

PEPPERMINT SOUTHSIDE

  • 50ml Arbikie Kirsty’s Gin
  • 20ml succo di lime fresco
  • 10ml cordiale alla menta / sciroppo alla menta
  • 6 foglie di menta

Shakerare tutti gli ingredienti sopra elencati con ghiaccio e versare filtrando in una coppetta ghiacciata. Guarnire con un rametto di menta.

CLOVER AND OUT

  • 35ml Arbikie Kirsty’s Gin
  • 15ml Triple Sec
  • 1 albume d’uovo
  • Mirtilli freschi
  • 25ml succo di limone
  • 7.5ml sciroppo semplice

Nel fondo dello shaker pestare i mirtilli, aggiungere il ghiaccio e gli altri ingredienti a parte l’albume d’uovo e shakerare. Togliere il ghiaccio, aggiungere l’albume e shakerare di nuovo. Versare filtrando nel bicchiere e guarnire con una scorza di limone.

Clover And Out (cocktail – fonte: arbikie.com)

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati