Recensioni

Double D, il London Dry Gin che racchiude in sé la Brianza

Elisabetta Lugli
July 2, 2021

Oggi vi raccontiamo la storia e le caratteristiche di Double D London Dry Gin, il gin brianzolo aromatico ed elegante

Sono 8 le botaniche che compongono Double D London Dry Gin, e tutte provengono dalla Brianza: proprio come i due fratelli Diego e Daniele, che l’hanno creato seguendo piacevoli e indelebili ricordi della loro infanzia. Già, perché il loro nonno aveva ai tempi una fabbrica di ghiaccio, e la nonna gli diceva sempre: “Ma mettiamoci qualcosa dentro, a tutto questo ghiaccio, no?”. Così, quando tre anni fa Diego e Daniele si sono trovati a smaltire un vecchio magazzino del nonno, ritrovando oggetti legati ai loro anni passati, gli è tornata in mente anche quella richiesta della nonna. E cosa c’è di meglio del gin, da mettere dentro a un bicchiere pieno di ghiaccio? Da quel momento c’è voluto più di un anno per riuscire a realizzare Double D, cosa normale quando si vuole immettere sul mercato un prodotto artigianale con una grande attenzione alla scelta delle botaniche e alle tecniche di produzione. Abbiamo parlato con Diego per farci raccontare tutta la storia di Double D London Dry Gin, ecco cosa ci ha raccontato.

Diego, raccontaci tutto di Double D London Dry Gin, partiamo dal nome.

L’abbiamo chiamato Double D perché noi due fratelli ci chiamiamo Diego e Daniele: due nomi che iniziano con la lettera D!

Double D è un London Dry Gin, ci racconti i dettagli delle tecniche di produzione che utilizzate?

Sì, Double D è un London Dry artigianale, e viene distillato in alambicco di tipo discontinuo costruito su misura da una famiglia di artigiani tedeschi che producono alambicchi in rame da 4 generazioni. Tutte le erbe e il limone sono distillate in corrente di vapore con la tecnica racking, che le preserva dal calore eccessivo del liquido in ebollizione, mentre per le botaniche meno delicate e stata utilizzata la tecnica “steeping”. Le botaniche sono 8, e provengono tutte dalla zona della Brianza.

Quali sono le botaniche brianzole che avete utilizzato e che caratteristiche conferiscono a Double D London Dry Gin?

Le botaniche sono ginepro, rosmarino, coriandolo, limone, angelica, salvia, iris e gelso. Il risultato che abbiamo ottenuto è un London leggermente aromatico, molto delicato e raffinato. Il ginepro si sente, così come la nota agrumata data dal limone: è un distillato che si presta non soltanto al dopo cena, ma come gin tonic è perfetto anche per pasteggiare.

Acquista

Parliamo dell’etichetta, a che cosa si ispira?

Abbiamo deciso di riprodurre sull’etichetta le firme di noi due fratelli. Ne abbiamo proposte due versioni, una da regalo e una commerciale. Sullo sfondo si vedono le colline della Brianza stilizzate. 

Come consigli di gustare Double D London Dry Gin?

Il mio consiglio è di berlo sotto forma di gin tonic con una tonica classica oppure con una Schweppes, usando come garnish un rametto di rosmarino leggermente bruciacchiato. Oppure è ottimo preparato con dose doppia di gin e miscelato con il Campari shakerato: noi lo chiamiamo “lo shank”, come uno dei più temuti errori in campo golfistico: provare per credere, è veramente buono!

Acquista

Avete in mente di uscire con altri prodotti da affiancare a Double D London Dry Gin?

Abbiamo varie idee, che spaziano in più campi, dall’amaro al profumo. L’idea di produrre un profumo è intrigante e si lega anche al gin: per fare un esempio, di recente abbiamo partecipato insieme ad altri produttori di gin a un evento a Milano, in zona Brera, dove il nostro gin è stato abbinato a un profumo. Un’idea molto divertente!

Acquista Double D

Lascia un commento

Conferma

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News