Recensioni

Stelvio Gin, l’anima e la natura delle Alpi si mostrano in un distillato unico

Elisabetta Lugli
November 24, 2023

Oggi vi raccontiamo il gin italiano biologico che racchiude l'essenza delle Alpi rispettando l'ambiente: Stelvio Gin

Un gin biologico, frutto dei doni che la montagna generosamente offre, ma che sono difficili da cogliere e per questo ancora più preziosi. Questo è Stelvio Gin, che come si evince dal nome nasce nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, che a sua volta si trova nel cuore delle Alpi Centrali. Una storia di cuore, dunque, e d’amore per l’alta quota: il parco si estende per la sua buona parte sopra i 2000 metri sopra il livello del mare, toccando un picco che si avvicina ai 4000. È su queste vette che si avventura la famiglia Wallnöfer per raccogliere le botaniche necessarie a creare l’alchimia di Stelvio Gin. Abbiamo parlato con Lorin, che nella famiglia Wallnöfer è colui che ha dato il via alla creazione di questo distillato capace di racchiudere l’essenza della montagna.

Lorin, raccontaci come è nato Stelvio Gin.

L’idea di questo progetto è nata da me e da mia moglie, che però facciamo lavori diversi. Abbiamo coinvolto mio fratello Nicolai e la sua famiglia che nel parco dello Stelvio già aveva un’azienda agricola e l’abbiamo rivoluzionata: prima l’azienda si occupava soltanto della raccolta delle erbe aromatiche e le rivendeva ai produttori di tè e infusi. Per produrre Stelvio Gin abbiamo trasformato il maso dell’azienda agricola in una sorta di officina perfetta per ospitare il nostro alambicco, che è arrivato alla fine del 2022 dalla Germania. Adesso non si direbbe mai che il “laboratorio” in passato fosse una stalla!

Acquista Stelvio Gin

A quel punto cosa avete fatto?

Abbiamo iniziato da zero. Abbiamo imparato a distillare, fatto tutte le prove necessarie, senza mai perdere di vista la nostra idea: alta qualità, bassa quantità. Solo botaniche del nostro territorio, erbe che sappiamo come trattare perché lo facciamo da sempre. Così è nato Stelvio Gin, e ha già ottenuto l’argento del Global Gin Masters 2023.

Stelvio gin: la raccolta delle botaniche

Che tipo di gin è Stelvio e quali sono le botaniche che lo compongono?

Stelvio Gin è un Dry, senza nessuna aggiunta di zuccheri, neanche quelli naturali. Le botaniche rimangono a macerare per alcuni giorni, poi viene tutto messo a distillare. Soltanto l’achillea si inserisce successivamente, durante il processo di distillazione, una scelta dovuta al fatto che, se lasciata a macerare insieme alle altre botaniche, l’achillea rilascerebbe troppa amarezza. Con il metodo che abbiamo scelto di utilizzare, invece, l’achillea dona a Stelvio Gin una complessità di sapori che lo rende speciale. Oltre all’achillea, per creare Stelvio Gin usiamo altre erbe del bosco: a partire dal ginepro, che raccogliamo noi a mano. C’è poi il timo limone, la verbena limone, la buccia di mela della Val Venosta, il pino mugo: tutti elementi che si fondono insieme in maniera armonica e conferiscono a Stelvio Gin un profilo di gusto rotondo e fresco. Un altro elemento essenziale nella creazione del bouquet di Stelvio è costituito dai mirtilli rossi, la cui raccolta effettuiamo a mano. Si tratta di un’operazione molto delicata, perché i mirtilli hanno bisogno di tanto sole e per questo crescono oltre la zona boschiva: qui da noi, ciò significa spingersi oltre i 2300 metri di altitudine per raccoglierli. Nulla di Stelvio Gin è lasciato al caso, persino l’acqua che utilizziamo è speciale: è quella che sgorga dalla fontana di Stelvio. Tanto lavoro e tanta dedizione servono per ottenere la nostra piccola produzione, che ammonta a circa 4000 bottiglie annue, preparate in lotti cdi piccola quantità.

Prova Stelvio Gin

Stelvio gin: botaniche

A proposito delle bottiglie: sono bellissime. Raccontaci come sono nate.

Le nostre bottiglie sono di un bel verde che richiama e mostra la natura, in particolare la trasparenza del ghiaccio: è proprio il colore che hanno i ghiacciai che si vedono dal Passo dello Stelvio d’estate. Poi questo colore richiama anche l’aria pulita e limpida, il verde del parco. E in mezzo a questo verde c’è la strada, che è proprio quella famosa dello Stelvio, simbolo del Passo e della nostra zona. Quelle rappresentate sulla bottiglia sono le prime curve del passo e il disegno deriva dalla mappatura tecnica presa da un archivio: è stato fatto dal costruttore della strada ai tempi, e noi lo abbiamo ripreso. Il tappo nero vuol essere un richiamo al colore scuro della strada. Tranne il tappo a vite che purtroppo contiene plastica ma era necessario per preservare il distillato, il resto è tutto biologico, sia all’esterno che all’interno. Siamo molto attenti all’aspetto ecologico, persino nelle spedizioni: niente colla e plastica nei nostri imballaggi, per ridurre al minimo l’impatto ambientale.

Scopri Stelvio Gin su GinShop

Come consigli di gustare Stelvio Gin?

Stelvio Gin è perfetto bevuto sotto forma di gin tonic, preparato utilizzando una tonica neutra. Consiglio però, prima di gustare il drink, di assaggiare il distillato da solo, così da assaporarne ogni dettaglio anche al naso. Il gin tonic si può guarnire con fetta di mela: sono perfette quelle che si trovano in vendita già essiccate, che restando in infusione nel drink mentre lo si sorseggia, si possono poi mangiare a gin tonic finito.

Acquista Stelvio Gin

Uscirete prossimamente con altri prodotti?

Sicuramente: siamo dell’idea che non ci si debba mai fermare, ma restare in movimento sempre sospinti dalla stessa dedizione e dallo stesso impegno. Il prossimo prodotto sarà un distillato di lamponi biologici. Anch’esso avrà l’identità e i sapori del nostro territorio.

Lascia un commento

Conferma

Categorie

News
1259
Ricette
390
Recensioni
361
Interviste
268
Altro
Riduci
elephant gin comp
Competizioni
Iscriviti alla gara di bartending Elephant Gin National Competition
moebius 1
Locali
50 Best Discovery: vi presentiamo Moebius (Milano)
mixology circus
Eventi
Beer&Food Attraction: un successo anche per gli spirits

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News