Gin Gin Mule, tre alternative per la vostra estate

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Tre twist sul Gin Gin Mule con tre gin molto particolari: ecco le ricette a base di Mom Gin, Kapriol Monte Pelmo e Saffron Gin

Il Gin Gin Mule è un cocktail nato nei primi anni ‘90 particolarmente beverino e con un carattere estivo pronunciato. Deriva dal più conosciuto Moscow Mule con il quale condivide l’impostazione generale ma, per certi versi, somiglia anche al Mojito con il quale c’è più di una assonanza anche in termini di costruzione.

Torna di moda il Moscow Mule… e wuindi perché non il Gin Gin Mule?

Queste tre versioni particolari di Gin Gin Mule che vi proponiamo partono proprio da quest’ultima considerazione, anche perché si è voluto utilizzare zucchero di canna e non lo sciroppo di zucchero così come prevede la ricetta originale. Le varianti sono tutte e tre molto particolari e giocano sull’alternanza di ingredienti specifici ma allo stesso tempo facili da trovare sul mercato. Unici punti fermi il Ginger Beer e il succo fresco di lime… per il resto ecco le nostre idee su come declinare questo cocktail nella maniera più originale possibile.

Foto: Paolo Topa

  • 4,5 cl di Mom Gin
  • 2,5 cl di Ginger Beer
  • 1,5 cl di succo di lime fresco
  • 2 bar spoon di zucchero di canna bianco
  • 9 foglie di menta crespa
  • Grattugiata di zenzero fresco
  • Topping di soda

Qui la particolarità sta nell’utilizzo di un tipo particolare di menta, con degli oli essenziali che ricordano il lime e che ben si amalgamano con il succo fresco di questo agrume.
Il Mom Gin è un distillato a bassa gradazione con delle note di lampone pronunciate che si intrecciano in maniera brillante con la menta. L’utilizzo dello zucchero di canna bianco permette una migliore solubilità e un sapore zuccherino più accentuato.
Il risultato? Un Gin Gin Mule dolce e armonico, non particolarmente piccante e con succose note di lampone. Sicuramente il più “beverino” delle tre versioni provate, tanto da pretendere una grattugiata di zenzero fresco per accentuare lievemente il suo carattere speziato.

Acquista Mom Gin

Foto: Paolo Topa

  • 4,5 cl di Kapriol Mt. Pelmo Gin
  • 2,5 cl di Ginger Beer (Fever Tree)
  • 1,5 cl di succo di lime fresco
  • 2 bar spoon di zucchero Mascobado
  • 9 foglie di menta piperita
  • Topping di soda

Questa seconda versione prevede l’utilizzo dello zucchero di canna Mascobado, dalla consistenza granulosa, molto scuro e ricco di sostanze nutritive. Ha un sapore molto particolare con leggere note di liquirizia che lo caratterizzano. A fungere da base alcolica abbiamo preso il Kapriol Mt. Pelmo, una versione alternativa rispetto alla produzione classica del Kapriol Gin, con il pompelmo come botanica caratterizzante.
In questo mix ad emergere sono le note della menta piperita (mi raccomando scegliete foglie di piccola dimensione) che si “scontrano” con il carattere del Mascobado. Il Gin si amalgama perfettamente con il suo carattere agrumato creando un cocktail estremamente fresco e allo stesso modo intenso, dal colore scuro e particolarmente ricco.

Acquista Kapriol Monte Pelmo

Foto: Paolo Topa

  • 4,5 cl di Saffron Gin
  • 2,5 cl di Ginger Beer
  • 1,5 cl di succo di lime fresco
  • 2 bar spoon di zucchero di canna scuro
  • 9 foglie di basilico
  • Topping di soda

Qui abbiamo voluto spingere un po’ sull’acceleratore: il Saffron è un gin francese piuttosto selettivo in quanto marcatamente caratterizzato dalla presenza dello zafferano. Normalmente lo si usa con brillanti risultati nel Negroni, ma qui abbiamo voluto utilizzarlo fuori dagli schemi nel Gin Gin Mule. Ad accompagnarlo in questo caso nonAcquista Saffron Gin più la menta ma il basilico (usato nel Baxaichito, la versione alternativa del Mojito) e da un tradizionale zucchero di canna scuro.
Il cocktail che ne risulta è piuttosto spinto, deciso e speziato dalla combinazione “zenzero/ zafferano” con la freschezza degli oli essenziali del basilico a dare un tocco di originalità al tutto.

Tre combinazioni differenti – quindi – per un cocktail fresco come pochi, in grado di esercitare un indiscusso fascino in tutte e tre le combinazioni, senza snaturare ovviamente la base di un cocktail di grande successo.
E voi, su quale puntate per la vostra Estate?

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

eleifend id commodo Sed odio amet, vel, neque. libero ante. adipiscing ipsum