News

5 London Dry Gin inglesi classici da provare

Vanessa Piromallo
May 18, 2021

Un viaggio nella storia del gin con i London Dry Gin inglesi più classici per un gusto ricco di ginepro e una miscelazione perfetta!

Come ormai ben sappiamo, la dicitura London Dry Gin non indica una qualche provenienza londinese, ma un metodo di produzione che consiste in un’unica distillazione in alambicco di tutte le botaniche in soluzione idroalcolica, senza l’aggiunta di altre componenti dopo la distillazione a parte l’acqua per portare il gin alla gradazione desiderata, la quale per legge europea deve essere di almeno 37,5°. Detto ciò, molti dei London Dry considerati classici, dalle predominanti note di ginepro, sono prodotti proprio in Inghilterra e alcuni dei più storici proprio a Londra. Oggi vi presentiamo cinque diversi London Dry del Regno Unito riconoscibili proprio per la predominanza del ginepro e l’uso di poche botaniche.

Beefeater London Dry Gin

Tra i classici London Dry inglesi più amati al mondo, tra i primi della classifica dei gin più venduti al mondo, Beefeater è una scelta sicura per tutta la miscelazione classica. Poche botaniche, le più utilizzate nel gin: ginepro, angelica, semi di coriandolo, radice di iris, arancia, limone, liquirizia e mandorla amara; sapientemente distillate dal master distiller Desmond Payne secondo la storica ricetta di James Burroughs.

Acquista

Juniper Green Trophy London Dry Gin

Quando era ancora solo un prototipo, nel 2015, questo gin è stato dichiarato il miglior London Dry del mondo alla prestigiosa competizione IWSC: per questo motivo è entrato nel mercato con il nome Juniper Green Trophy. Contiene bacche di ginepro certificate “ Fair Wild ” (con coltivazione equo-solidale ed eco-sostenibile), botaniche biologiche (coriandolo, angelica e santoreggia) e alcol di cereali coltivati in modo biologico e biodinamico. Distillato dal grande Charles Maxwell alla londinese Thames Distillery, è un gin balsamico ed erbaceo, con riconoscibili note di ginepro al palato, seguite dai freschi sentori di agrume e da quelli speziati delle radici.

Acquista

Fishers London Dry Gin

La distilleria Adnams, col suo pluri-premiato distiller John McCarthy, si trova a Southwold, vicino al mare. Lavora solo “grain to glass” (cioè produce il proprio alcol base d’orzo) e distilla solo in piccoli lotti. Il suo Fishers Gin contiene rare botaniche locali, raccolte in modo eco-sostenibile: spignel, rock samphire, wood avens e bog myrtle. Al palato le sue caratteristiche uniche sono date da una certa sapidità marina unita alle prevalenti note erbacee, una perfetta rappresentazione delle coste inglesi.

Acquista

Ramsbury London Dry Gin

Nella distilleria Ramsbury il processo produttivo è circolare, nel senso che tutto viene riutilizzato senza sprechi. L’alcol base è prodotto a partire dal grano della pregiata varietà Horatio (utilizzato per l’alta pasticceria). I principali ingredienti sono coltivati nelle Tenute Ramsbury (UK), per questo motivo Ramsbury Gin è definito “Single Estate Gin”. Al palato i toni floreali e il sapore di mele cotogne croccanti si attenuano nei più salati sentori di ginepro, con un finale rinfrescante e un tocco speziato di cannella: un London Dry dai toni classici ma con personalità spiccata.

Acquista

Bond St. London Dry Gin

Si dice che la ricetta del Broker’s Gin, vincitore di numerosissimi premi, risalga a 200 anni. Distillato cinque volte, Bond St. Gin è un London Dry dal gusto decisamente classico e secco, dove a predominare sono le note del ginepro, bilanciate da quelle rinfrescanti degli agrumi e, nel finale, da quelle delle spezie (cannella e noce moscata). Riconoscibile per il cappello sul tappo, è tra i pochissimi gin certificati kosher. Anche in questo caso ci troviamo di fronte a un gin molto adatto alla miscelazione grazie al suo gusto classico.

Acquista

 

Leggi anche: 5 London Dry italiani da provare

Lascia un commento

Conferma

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News