Gin & Tonic & Food pairing con Fever-Tree a Identità Golose

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Le ricette dei cocktail con gin e Fever Tree presentati a Identità Golose con la chef Viviana Varese e il bartender Edoardo Nono

Fever-Tree – gamma premium di soft drink naturali – all’interno di Identità Golose ha partecipato in qualità di partner ufficiale per il secondo anno consecutivo a Identità di Cocktail, l’hub dedicato a mixology, distillati e spirits. Fever-Tree è stato il trait d’union tra una chef e un bartender: Viviana Varese – chef del prestigioso ristorante Alice di Milano – ed Edoardo Nono – owner di Rita&Cocktails. I due, con una sorprendente masterclass, hanno presentato un piatto e due cocktail legati dal forte richiamo alla cucina di pesce e ai sapori della memoria.

Quando il cocktail incontra il piatto

Negli ultimi anni, drink e cucina sono sempre più legati nella ricerca di nuovi abbinamenti e spesso mixologist e chef strizzano l’occhio gli uni agli altri lavorando sui concetti di contrasto, similitudine e stagionalità creando abbinamenti inusuali e una vera esperienza sensoriale. In questo contesto Edoardo Nono ha realizzato due cocktail: un Martini Assoluto e una rivisitazione dell’iconico Aviation che hanno esaltato i sapori e i profumi del piatto realizzato dalla chef Viviana Varese, un cubetto di ricciola marinata a base di aceto alla ciliegia, estratto di gamberi rossi mescolato con plancton, il tutto guarnito con foglie di shiso cotte.

Viviana Varese – chef del prestigioso ristorante Alice di Milano – ed Edoardo Nono – owner di Rita&Cocktails

Il primo cocktail, il Martini Assoluto, vede tra i suoi ingredienti: Gin Elephant a -22 gradi aromatizzato con lemongrass, shiso, mentuccia classica, finocchietto selvatico, dragoncello e qualche cl di Fever-Tree Mediterranean Tonic Water. Il tutto versato in coppetta gelata e guarnita con ciottoli aromatizzati al Vermouth.

Martini Assoluto (credits: Branbilla-Serrani)

Il secondo cocktail invece – rivisitazione dell’iconico Aviation – è stato preparato mettendo un cubo di ghiaccio in un bicchiere e a seguire gli ingredienti liquidi in ordine contrario rispetto alla classica ricetta del gin tonic. Prima è stata versata la tonica Fever-Tree Indian Tonic e a seguire sono stati aggiunti liquore di violetta, dall’inconfondibile colore violaceo, e acquavite di uva precedentemente messa a bagnomaria con ginepro e pepe nero ed erbe aromatiche. Infine, sono stati aggiunti succo di bergamotto chiarificato e maraschino.

(credits: Branbilla-Serrani)

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati