Hangover in Australia: i problemi dell’alcol e l’assenteismo al lavoro

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Ogni anno in Australia a causa dell’hangover vengono saltati 11 milioni e mezzo di giorni di lavoro. Il costo per lo Stato è di 3 miliardi di Dollari Australiani.

Molti di noi sanno bene quanto si sta male con l’hangover. I sintomi del doposbronza hanno rovinato giornate intere a tanti che hanno esagerato la sera prima. La redazione de ilGin.it consiglia di bere responsabilmente perché sostiene il piacere e la cultura del gin di qualità, ma oggi vi dà un altro buon motivo per evitare di esagerare troppo e troppo spesso: a quanto pare l’hangover costa caro!

Uno studio intitolato “Alcohol- and drug related absenteeism: A costly problem” (L’assenteismo in relazione all’alcol e alle droghe: un problema costoso) ha rivelato che l’assenteismo sul lavoro dovuto ad alcol e droghe in Australia è più che raddoppiato dal 2001. 14 anni fa il costo per l’economia era stato stimato al massimo di 1.2 miliardi AUS$, mentre oggi ha raggiunto un costo di 3 miliardi.

Le conseguenze dell’abuso di alcolici hanno un impatto rilevante sull’economia australiana

Ann Roche, direttrice del NCETA

Ann Roche, direttrice del NCETA

I dati sono stati confermati dal Flinders University National Centre for Education and Training on Addiction (NCETA), che ha utilizzato i dati del National Drug Strategy Household Survey del 2013 per calcolare l’impatto sull’economia della dipendenza dalle droghe. Per analizzare i costi i ricercatori del NCETA hanno stimato la differenza fra i giorni di assenza dei consumatori di alcol e droghe e degli astemi e hanno anche utilizzato i dati dei partecipanti a un test di autovalutazione.

Lo studio ha preso in esame un totale di 12.196 persone, delle quali il 56.3% uomini e il 43.7 donne con un’età media di 41 anni. Di queste persone il 56.1% consumava alcol con un “basso livello di rischio”, il 26.6% beveva a “livello rischioso” e il 9.3% a “livelli ad alto rischio”, mentre l’8% era composto da astemi. I partecipanti hanno auto-dichiarato di aver perso 1.688.161 giorni in totale a causa dell’alcol e 854.497 giorni per via dell’uso di droghe.

La maggiore responsabile della ricerca, la professoressa Ann Roche, direttrice del NCETA, ha spiegato su MedicalXpress che spesso le persone non si rendono nemmeno conto che l’alcol è la causa del loro assenteismo: “Spesso le persone bevono molto durante il venerdì o il sabato e poi il lunedì mattina soffrono di diarrea o di sintomi che colpiscono l’apparato gastrico, che sono il risultato diretto del consumo di alcol, ma non li associano ad esso.

Secondo Roche le aziende australiane dovrebbero fare di più per promuovere un comportamento sano: “Invito le organizzazioni a sviluppare e implementare una policy formale per l’uso di alcol e droghe, di educare le persone al riguardo e di fornire l’accesso a servizi di counselling e cure. La buona notizia è che questo tipo di strategie hanno già dimostrato di essere altamente efficaci contro questo tipo di comportamento assenteista.”

Chissà se è vero, e comunque: drink responsibly and God Save the Gin!

Fonti:

  1. http://www.thespiritsbusiness.com/2015/08/hungover-australians-take-11-5-million-sick-days-a-year

“Invito le organizzazioni a sviluppare e implementare una policy formale per l’uso di alcol e droghe” – Ann Roche, direttrice NCETA

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

mattis at eget lectus Phasellus libero sem, id vel, dapibus