I gin creati dai bartender

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

The Spirits Business ha stilato la top ten degli spirits creati da bartender, ben due sono gin: Jinzu e The Aviation Gin

 

I bartender hanno un ruolo fondamentale nel determinare il successo o meno di tanti distillati. Sulle loro scelte dipendono molto i produttori, che si fanno in quattro per creare prodotti che piacciano ai bartender, adatti alla miscelazioni e dalla bottiglia facilmente maneggevole. Alcune aziende si rivolgono direttamente proprio a chi sta dietro al bancone, avvalendosi della loro competenza ed esperienza per mettere a punto prodotti perfetti per il mixing.

La collaborazione fra bartender e distillerie ha un valore inestimabile.

La bottiglia di Jinzu Gin in una immagine pubblicitaria

La bottiglia di Jinzu Gin in una immagine pubblicitaria

La redazione di The Spirits Business ha stilato una classifica dei dieci migliori prodotti creati da bartender e ben due di questi sono proprio gin. Il primo in classifica è proprio Aviation Gin, descritto come il primo vero e proprio prodotto che ha dato il via al movimento “by bartenders, for banteders” (dai bartender, per i bartender). Il brand ha origine nel 2005 durante un tiki party a West Seattle, quando il bartender Ryan Magarin si è follemente innamorato di un prodotto della Portland’s House Spirits Distillery. Ha quindi ottenuto una partnership con la distilleria, che ha portato alla creazione di Aviation Gin nel 2006, un gin dove il ginepro è meno preponderante rispetto ad altri gin, ma vanta un grande bilanciamento fra le botaniche. Fu la prima collaborazione tra un bartender e un distiller negli Stati Uniti.

Nella classifica compare anche Jinzu, ibrido fra gin e sake, vincitore della gara di Diageo “Show your Spirit” nel 2013. La competizione invitava i bartender dell’Europa occidentale a presentare un piano per un nuovo brand e il premio consisteva nel dare al vincitore il 5% netto dei ricavi delle vendite per i primi cinque anni. Il bartender inglese Dee Davis si è aggiudicato la vittoria con il suo Jinzu che, dopo un anno e mezzo di lavoro, è stato finalmente lanciato nel 2014 conquistando gli esperti del settore.

Nella top ten troviamo anche la New york Distilling Company, fondata dall’ex bartender Allen Katz, oggi uno dei massimi esperti negli USA di distillati e di cocktail. La distilleria è famosa per i suoi metodi innovativi e nella sua gamma di prodotti compaiono anche alcuni gin importanti, come il Dorothy Parker American Gin, il Perry’s Tot Navy Strength Gin e il Chief Gowanus New netherland Gin (che si ispira alla tradizione olandese).

Menzoniamo infine Alex Kammerling, entrato nella classifica di the Spirits Business per i suoi spirits al ginseng Kamm & Sons, ma interessante per noi in quanto ha lavorato con bombay Sapphire, oltre che con altri grandi brand quali Grey Goose e Campari.

Noi de ilGin.it, che vogliamo essere un punto di riferimento non solo per i consumatori, ma anche per bartender, produttori, distributori e venditori, amiamo molto il clima di collaborazione che unisce e coinvolge tutti coloro che hanno a che fare con questo settore, e non possiamo fare altro che amare i prodotti che nascono dal lavoro collaborativo fra le parti. Enjoy and god Save the Gin!

 

Fonte: http://www.thespiritsbusiness.com/2016/04/top-10-bartender-created-spirits-brands/

 

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2018 - ilGin.it Tutti i diritti riservati

sem, adipiscing felis mattis odio ut elementum velit, elit. mattis