News

Portobello Road Gin: i piccoli brand inglesi di gin invadono i mercati esteri

Vanessa Piromallo
May 13, 2015

Portobello Road Gin dà inizio a una grande espansione dopo soli quattro anni dalla sua nascita con l’intento di incrementare le vendite in UK e all’estero. Sono sempre di più i piccoli brand che provano espandersi.

Il brand Portobello Road Gin (vedi la nostra scheda) situato a Londra fu creato nel 2011 da Ged Feltham, Jake Burger e Paul Lane mentre stavano aprendo il Ginistitute Museum, allocato nella famosa via di Londra alla quale il gin deve il nome. Desiderosi di produrre un loro proprio gin hanno sperimentato per nove mesi prima di dare alla luce il Portobello Road Gin n. 171.

Il piano di espansione del brand prevede una serie di mosse strategiche: una di queste è il lancio di un nuovo gin in edizione limitata, il Director’s Cut, che conterrà le botaniche scoperte dai direttori durante i loro viaggi.

Presto verrà anche rivelata la campagna “Portobello Road Gin – the finest address in Gin” (“l’indirizzo di miglior qualità per il Gin”), che ruoterà attorno al “Portobello Road Copa”, un gin tonic servito in un bicchiere largo da vino rosso con decorazioni complementari.

Portobello Road Gin è nata durante la creazione di un museo sul gin, il Ginstitute

L'entrata del Portobello Star e del Ginstitute

L’entrata del Portobello Star e del Ginstitute

Il direttore amministrativo Ged Feltham, a proposito dell’evoluzione del brand, dice: “Questo è un momento immensamente emozionante per il Portobello Road Gin e siamo contentissimi per come il gin sia stato ben accolto al di fuori dell’Inghilterra. In Spagna abbiamo esaurito tutte le scorte in solo una settimana ed eravamo felici per il responso positivo in seguito al lancio del brand negli Stati Uniti ad Aprile.

Il Portobello Road Gin si può ora trovare nei migliori bar di New York come il Dead Rabbit e il Mother’s Ruin. Feltham spiega che hanno scoperto il ruolo importantissimo giocato dall’indirizzo di provenienza del gin nell’interesse che esso suscita, soprattutto in America, dove sono visti come un brand che comunica la ricca storia londinese degli alcolici.

Complessivamente la categoria dei gin inglesi ha avuto un incremento del valore delle vendite globali del 17,9% negli ultimi due anni secondo la Wine & Spirit Trade Association. I gin inglesi costituiscono il 20% della produzione mondiale, che al momento è di circa 13 milioni di litri all’anno. Nonostante gran parte di questo volume provenga dai grandi brand, la recente proliferazione di piccoli brand sta comunque facendo progressi nei mercati d’esportazione. Per esempio la British Bottle Company, un’azienda dedicata all’esportazione di un vasto range di premium drinks brands ha sostenuto il lancio del Chilgrove Gin nel mercato Canadese.

Fonti:

  1. http://www.thespiritsbusiness.com/2015/04/growth-prompts-new-portobello-road-gin-bottling
  2. http://www.forbes.com/sites/karlaalindahao/2015/04/13/gin-recipes-by-the-ginstitute-portobello-road-gin/

Lascia un commento

Conferma

quattro m spirits
Recensioni
Quattro M Spirits: tre gin e passione distillata
diageo world class 2018
News
Diageo Reserve World Class: il miglior bartender d'Italia 2021 è Simone Molè
tonica sanpellegrino (1)
Recensioni
Gamma Mixers Sanpellegrino: l’eccellenza per la mixology a casa come al bar

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News