Notizie

Gin Fulmine, la tigre elettrica che vi darà la scossa

Elisabetta Lugli
February 4, 2021

Un London Dry “duro e puro”, che nasce grazie a uno splendido alambicco ottocentesco di rame nella sede di Bordiga – la storica azienda piemontese famosa per il vermouth – ingentilito però dalla presenza degli agrumi: è questa l’anima di Gin Fulmine, l’ultimo nato dei prodotti Glep.

Il nome Glep nasce dalle iniziali dei due fondatori: Garofalo Luca e Ezio Primatesta. Partiti nel 2018, da allora Ezio e Luca hanno lanciato sul mercato alcolici di altissima qualità, con un packaging davvero speciale, ad altissimo impatto visivo, basato su immagini di animali fantastici e selvaggi partoriti dalla creatività di Luca.

Gin Fulmine è il quarto nato, dopo il vermouth, l’amaro e il bitter. Quattro è un numero che tornerà di nuovo in questa storia, che ci siamo fatti raccontare da Ezio. Ecco cosa ci siamo detti.

Luca ed Ezio

Com’è nato Gin Fulmine?

Per raccontartelo devo partire dalle origini, ovvero da 4 anni fa. Era il 2018 e con Luca abbiamo deciso di iniziare questa avventura, fondando Glep. Tutto è iniziato con il vermouth, che è sempre stato il mio pallino. Io sono sommelier e gestisco l’albergo e il ristorante di famiglia, sul lago d’Orta. Per anni ho pensato che il vermouth fosse sottovalutato, così ho deciso: facciamo un vermouth nostro. Luca è fin dall’inizio la parte creativa del nostro progetto, e si è studiato l’immagine. Poi sono arrivati l’amaro e il bitter. Mancava soltanto il gin per dare vita a un Negroni perfetto: ecco com’è nato Gin Fulmine.

Un gin naturalmente vocato per il Negroni, quindi, Gin Fulmine!

Sì, ma perfetto anche per un ottimo Gin Tonic. Gin Fulmine è un London Dry dritto, duro e puro, con una maggioranza di ginepro nella sua ricetta. Nella sua composizione ci sono poi i grandi classici (coriandolo, angelica, ndr) e 4 agrumi: arancia amara, pompelmo rosa, limone, arancia.

Acquista Gin Fulmine
gin fulmine

Come siete arrivati alla ricetta giusta?

Abbiamo fatto tante prove, almeno una dozzina. Siccome il filo conduttore degli altri nostri prodotti è il rabarbaro, abbiamo provato a partire da lì anche per il gin, ma il compound veniva troppo amaro, nel distillato invece si perdeva: abbiamo abbandonato l’idea e optato per un London Dry con note agrumate. Mio cognato è Antonino Cannavacciuolo: nel periodo in cui facevamo le nostre prove, lui arrivava che era ormai notte, a fine servizio, si sedeva e degustava alla cieca con noi. Alla fine ci siamo trovati tutti d’accordo, lui compreso, per una ricetta in particolare. Era la numero quattro: ecco che il quattro torna, il nostro quarto prodotto, la quarta prova!

Come mai avete scelto la tigre come animale per rappresentare Gin Fulmine?

Non è una tigre normale quella di Gin Fulmine: è una tigre elettrica, perché il nostro gin dà la scossa. Si tratta di un animale fiero, dalla zampata fulminante: è la vera regina della giungla. La nostra tigre, anziché essere all’apice della catena alimentare, è all’apice della catena alcolica.
Se dai un’occhiata al nostro sito (https://www.glep.it/london-dry-gin-fulmine/) puoi vedere come Luca l’abbia contestualizzata in modo molto divertente, anche con riferimento all’Uomo Tigre!

Abbiamo detto che Gin Fulmine è perfetto per il Negroni, abbinato agli altri vostri prodotti. Personalmente tu come preferisci gustarlo?

Io sono un amante del gin tonic duro e puro: Gin Fulmine va benissimo con una tonica neutra e una piccola scorza di lime o pompelmo rosa, per i miei gusti.

Acquista

Come sta funzionando Gin Fulmine in questo periodo?

Ovviamente sappiamo tutti che questo è un periodo particolare. Gin Fulmine è uscito sul mercato a novembre 2019, era iniziata anche una fase di esportazione all’estero che con il Covid è entrata in stand by. I riscontri, però, ci sono lo stesso: a dicembre ci siamo aggiudicati la medaglia d’oro alla Spirits Selection del Concours Mondial di Bruxelles, che è una delle maggiori competizioni internazionali nell’ambito degli spirits.

Quali sono i vostri progetti futuri?

Per il momento non abbiamo intenzione di uscire con nuovi prodotti. Abbiamo invece in cantiere un co-branding con mio cognato Cannavacciuolo: si tratterebbe di una confezione che contiene una bottiglia di Gin Fulmine e alcune specialità alimentari create da Antonino, perfette come abbinamento per la degustazione. Speriamo di realizzarla al più presto!

Acquista Gin Fulmine  Vai alla scheda tecnica

Lascia un commento

Conferma

royal bliss tonic water
Recensioni
I segreti del Gin Tonic perfetto con Royal Bliss Tonic Water
gin tonic gin you
News
La petizione per avere l’Emoji del Gin Tonic
sette ottavi bamboo gin
Recensioni
Sette Ottavi Bamboo Gin, il gin al bambù che arriva dalle colline del Roero

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News