Mìl Gin, Pearse Lyons Distillery: una lunga storia tra Irlanda e Spagna

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Mìl Gin

Siete in tanti a dire che vi piacciono i “gin mediterranei” e allora cosa aspettate? Mìl Gin è strepitoso e ha una storia bellissima, scopriamola assieme!

Pearse Lyons Distillery

La distilleria di whisky dove viene prodotto Mìl Gin sorge nella ex Cattedrale di St. James nel quartiere Liberties di Dublino e la sua nascita è profondamente legata a quella della chiesa e del quartiere. Esso ha una lunga storia ed è sempre stata una comunità di inventori, artisti e imprenditori. Qui sono nati, cresciuti e sepolti il nonno e il bisnonno del Dr. Pearse Lyons, fondatore della distilleria assieme alla moglie Deirdre. Egli proviene da una famiglia di bottai ed è anche birraio e distillatore, quindi aprire una distilleria ha rappresentato per lui e la consorte un’occasione unica. Volevano dare un nuovo scopo alla chiesa e alla distilleria con la speranza di dare lunga vita alla storia dell’edificio e del quartiere. Il Dr. Pearse Lyons è nato a Dundalk nel 1944, una cittadina a nord di Dublino, vicino al confine con l’Irlanda del Nord. Ha vissuto a lungo negli Stati Uniti dove ha fondato Alltech, un’azienda dedicata all’alimentazione animale che oggi conta 6000 dipendenti, però il suo sogno era di tornare a Dublino, dove ha lavorato da ragazzo, e portare avanti la sua passione per la distillazione, sogno realizzato fino al 2018 quando è deceduto, ma il suo team porta avanti l’ambizioso progetto tutt’oggi.

Slainte! (“cin cin” in Gaelico)

Dr. Pearse Lyons e la moglie Deirdre

La chiesa di St. James risale al XII secolo ed è dedicata a San Giacomo il Maggiore, uomo leggendario che ispirò uno dei luoghi più famosi al mondo, il Cammino di Santiago. Nella cattedrale di Santiago de Compostela si può vedere la conchiglia della capasanta, simbolo del santo. Da quando qui, nel IX secolo, venne rinvenuto il suo sepolcro, milioni di credenti hanno intrapreso il pellegrinaggio per vedere la tomba e tra questi moltissimi irlandesi.

La chiesa di St. James a Dublino ha vissuto una storia secolare, tinta spesso di sangue, riflesso della storia d’Irlanda. Nel cimitero annesso un team di archeologi ha rinvenuto numerosi reperti in grado di dare un quadro preciso della vita a Dublino dal XIV secolo fino addirittura al Medioevo. Ospita oltre 100.000 tombe e ne sono state trovate oltre 200 perfettamente intatte. Hanno rinvenuto una moneta spagnola del XVII secolo coniata a Bogotà, in Colombia, di cui non si sa la provenienza, ma rafforza il collegamento storico tra l’Irlanda e la Spagna. E’ solo durante il restauro che il Dr. Pearse Lyons ha scoperto di avere ben nove parenti sepolti nel cimitero di St. James, rafforzando il legame famigliare con il luogo.

La chiesa di St. James e la nuova guglia in vetro

St. James church graveyard

La chiesa di St. James venne chiusa nel 1963 e andò in lenta rovina. Poiché colpita da un fulmine, fu rimossa anche la sua iconica guglia gotica di quasi 10 metri. I coniugi Lyons acquistarono l’edificio nel 2013 e avviarono il loro progetto di restauro, ricostruendo anche la guglia in versione moderna, in vetro. L’hanno scelta come luogo per la loro distilleria anche perché si trova nel quartiere Liberties, una zona che dopo il Medioevo divenne particolarmente florida e vitale soprattutto grazie a tre business principali: gli stivali, i biscotti e la birra. L’area veniva chiamata “Golden Triangle”, il Triangolo D’Oro”, poiché vi si trovavano tre delle maggiori distillerie dell’800: Roe, Jameson e Powers, più un piccolo birrificio fondato da Arthur Guinness (sì, proprio di “quella Guinness”!). Le attuali vetrate di St. James rendono omaggio ai bottai e vi sono raffigurati anche due alambicchi di rame tradizionali per il whisky irlandese. La competizione con la Scozia, i boicottaggi politici per via della Guerra d’Indipendenza, i movimenti sociali e il Proibizionismo negli Stati Uniti hanno portato a un calo delle vendite dell’Irish whisky, ma oggi, poiché la sua qualità non è mai diminuita, sta tornando a vivere e con esso il Golden Triangle. Un altro buon motivo per aprire qui la distilleria.

Pearse Lyons Distillery

La Pearse Lyons Distillery produce whisky utilizzando due alambicchi tradizionali, realizzati in Kentucky, USA, con un design unico che dà al loro whisky il sapore caratteristico. Una curiosità: i due alambicchi non passavano per le porte della chiesa e quindi hanno dovuto aprire un varco nel tetto e calarli dall’alto per posizionarli al posto dell’altare. Essi sono soprannominati Mighty Molly e Little Lizzie, in onore di lontani parenti della famiglia Lyons.

E’ possibile visitare la Pearse Lyons Distillery durante i tour organizzati o prenotando sessioni private. Tengono anche eventi di cockteleria e food pairing, ma soprattutto hanno aperto una Gin School, un’esperienza sensoriale che si conclude con la distillazione del proprio gin in un piccolo alambicco.

Particolare della vetrata

Mìl Gin: un gin mediterraneo irlandese, scopriamo perché

Mìl Gin è un prodotto molto recente della Pearse Lyons Distillery e anch’esso vuole celebrare la lunga storia di St. James e il legame fra Irlanda e Spagna. Infatti si tratta di un Irish Pot Still Gin, distillato con fragranti botaniche mediterranee quali mandorle, basilico, bergamotto, ginepro, olive, iris, rosmarino, timo e uva spina. E’stato creato da un team di appassionati di Gin della Pearse and Lyons Distillery ispirandosi alla figura leggendaria di Mìl, mitico guerriero spagnolo antico progenitore della popolazione che per prima colonizzò e popolò le terre irlandesi e di cui tutti gli irlandesi sono considerati discendenti.

Mìl Gin

Secondo la mitologia irlandese, come si legge in The Story of the Irish Race di Seumas MacManus, Míl Espáine (in latino Miles Hispaniae, cioè Soldato di Spagna, poi pseudo-latinizzato in Milesio o Miled) è l’antenato dei Milesi, che significa “figli di Mil”, cioè i Celti di lingua goidelica o, in altre parole, gli irlandesi. Il suo soprannome era Golam o Galamh e servì come soldato in Scizia ed Egitto, poi, seguendo una profezia fatta da Mosè stesso secondo cui i suoi discendenti avrebbero regnato in Irlanda (un’isola felice dell’occidente libera dai serpenti), si diresse verso ovest, ma conquistò solamente l’Iberia (attuali Spagna e Portogallo). Giunse in Galizia dove morì dopo molte battaglie senza aver mai raggiunto “l’isola del Destino”. Sua moglie Scota e suo zio Íth salparono per l’Irlanda per completare la profezia, ma Íth venne ucciso dai Túatha Dé Danann, i tre re locali. Quindi, per vendicarlo, gli otto figli di Míl e i nove fratelli di Íth invasero l’isola e sconfissero i Túatha Dé Danann. Secondo il mito prima della battaglia incontrarono le dee Ériu, Banba e Fódla e poiché vinsero grazio al consiglio della prima, l’isola fu battezzata con il suo nome ed è per questo che l’Irlanda viene oggi chiamata Eire.

Mìl Gin

Sulla base di questa leggenda nasce dunque Mìl Gin (scheda tecnica), con il suo gusto intenso che si può definire a tutti gli effetti Mediterraneo. Al naso e al palato infatti spiccano fresche note agrumate ed erbacee che si uniscono al sentore del ginepro in un gusto pieno e ben bilanciato, al punto che, anche grazie alla distillazione in tradizionale Irish Pot Still, non si percepiscono le diverse botaniche singolarmente una dopo l’altra come spesso accade, ma le note si fondono in un sapore unico e delizioso, ben persistente. Mìl Gin è assolutamente imperdibile per chiunque sia appassionato di gin! La conferma? Ha appena vinto la medaglia d’oro ai Gin Masters Awards 2019 a Londra!

In miscelazione funziona perfettamente in cocktail molto freschi e premia la semplicità, per esempio nel Gin Tonic o in un Gin&Juice. Ideale con una fetta di limone, ma soprattutto di pompelmo nel G&T e, secondo i produttori, anche con una foglia di basilico. Essendo un gin molto pulito si presta a twist sui classici cocktail estivi e non può mancare per ogni tipo di festeggiamento in spiaggia! Per semplificare il lavoro propongono anche il Mìl & Tonic con pompelmo già pronto in lattina, distribuito in Italia da Mediland Fair Organic Spirits. Seguite su Facebook la pagina @medilandfos per non perdervi gli eventi Yellow Night dedicati a Mìl Gin che si stanno svolgendo in questi giorni in diverse parti d’Italia!

Mìl Gin Spritz
Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2019 - ilGin.it Tutti i diritti riservati