Gin Cocktail & Cinema: episodio 3 con tre nuovi drink

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Tre nuove ricette originali di gin cocktail realizzate dai migliori bartender italiani ispirandosi al magico mondo del cinema

Midnight In Paris

(ispirato al film “Midnight in Paris”, di Woody Allen, 2011)

Barlady: Vanessa Vecchio, proprietaria e bartender di Oliva.co di Catania

Ingredienti:

  • 5 cl VII Hills Italian Dry Gin
  • 1 cl liquore al bergamotto
  • 2 barspoon zucchero al Macis
  • 2,5 cl succo di limone
  • 5 foglie di menta
  • q.b. aria alla menta

Bicchiere: coppetta Art Decò

Garnish: una caramella alla menta

Preparazione: Versare tutti gli ingredienti in uno shaker, quindi shakerare e versare in double strainer in una coppetta Art Decò. Completare il drink con un’aria alla menta e guarnire con una caramella alla menta.

Ispirazione: L’ispirazione del drink nasce dalla storia scritta e diretta da Woody Allen, un viaggio che parte dai giorni nostri fino ad arrivare ai fatidici Anni Venti, ambientato nella bellissima Parigi dei giorni nostri, dove arriva in vacanza uno sceneggiatore hollywoodiano con aspirazione da scrittore. In una passeggiata notturna per le vie di Parigi, allo scoccare della mezzanotte, si ritrova catapultato nella Parigi degli Anni Venti con tutto il suo fervore culturale. Qui è protagonista di incontri eccezionali con personaggi da nomi importanti come il grande scrittore – e bevitore – Ernest Hemingway, ma anche Francis Scott Fitzgerald e la moglie Zelda, Pablo Picasso, Gertrude Stein, Man Ray e tanti altri. Anni Venti che nel mondo dei drink sono famosi per i grandi drink classici a base gin e da qui nasce il da nasce il drink, un twist, una variante su un grande, ma semplice cocktail, il SouthSide, creato proprio in quegli anni negli States per il mafioso Al Capone.

Drinkk: Midnight In Paris (di Vanessa Vecchio)

Chiacchiere e Distintivo

(ispirato a The Untouchables – Gli Intoccabili, di Brian De Palma, 1987)

Barman: Gianluca Amato

Ingredienti:

  • 50 ml Gin del Professore Monsieur
  • 20 ml Vermouth Mancino Amaranto
  • 10 ml Vermouth Dry OSCAR.697
  • 5 ml Liquore di Maraschino Pallini
  • 1 dash di Boker’s bitter

Bicchiere: coppetta
Garnish: twist di arancia

Preparazione: In un mixing glass precedentemente ben raffreddato versare tutti gli ingredienti in ordine di ricetta. Quindi, mescolare e filtrare in coppetta ben ghiacciata e guarnire con un twist di arancia.

Ispirazione:
Versione moderna adottata dal Savoy Hotel di Londra, una variante del Martinez, considerato il Padre di tutti i Martini, creato in piena era speakeasy da Jerry Thomas, quando si trovava presso il bar dell’Occidental Hotel di San Francisco, il barman più famoso della storia. L’ispirazione di Gianluca Amato nasce dalla sua grande passione per i gangster’s movie americani e per la stima nei confronti di due dei quattro protagonisti del film, Robert De Niro e Sean Connery. Al primo, Amato ha anche avuto l’onore di preparare un Dry Martini mentre era seduto per un aperitivo all’Hotel de Russie di Roma, dove lavorava. Anche Sean Connery viene associato a un fatto personale del barman, l’aver vissuto in Scozia, al Gleneagles Hotel nel Perthshire, dove ebbe l’occasione di incontrare proprio l’attore scozzese, tra gli invitati a un matrimonio. “Lo ricordo vestito con il kilt e il suo Sporran nello stile delle Highlands, mentre ballava egregiamente”. Una passione per le interpretazioni di Connery, dal suo James Bond – “il migliore in assoluto della saga” al poliziotto incorruttibile irlandese Jimmy Malone che da la caccia allo spietato Al Capone nel capolavoro di Brian De Palma.

Una versione twist del Martinez, quindi, di cui oggi esistono molte versioni differenti, e lasciando da parte Genever, Old Tom ci si tuffa in un gin di classe per ricordare quei tempi del Proibizionismo, con il Gin del Professore Monsieur, prodotto, dalla Distilleria Quaglia sotto la supervisione della crew del The Jerry Thomas Speakeasy di Roma, nello spirito della tradizione erboristica italiana. Il metodo di produzione bathtub, della vasca da bagno, risale proprio all’epoca del Proibizionismo, in cui era sufficiente un recipiente, anche una vasca da bagno, per miscelare in infusione a freddo gli alcolati e le varie erbe, spezie e bucce di agrumi, in modo da far assorbire tutti i profumi, i colori e le proprietà dei botanicals.

Drink: Chiacchiere e Distintivo (di Gianluca Amato)

Mina Vagante

(ispirato al film “Mine Vaganti”, di Ferzan Ozpetek, 2010)

Barlady: Ilaria Bello del Talea di Torvaianica (Roma)

Ingredienti:

  • 4 cl rum Don Papa
  • 2 cl Fifty Pounds London Dry Gin
  • 1,5 cl lime
  • 2 cl purea di passion fruit Fabbri
  • 1,5 cl apricot brandy
  • 5 cl succo di ananas
  • Top di Champagne Jacquart

Bicchiere: calice di vino
Garnish: foglie di menta e orchidea

Preparazione: Versare tutti gli ingredienti – tranne lo champagne – in uno shaker, agitare vigorosamente e versare il contenuto, compreso il ghiaccio, in un calice da vino. Concludere con un top di Champagne Jacquart e decorare con foglie di menta e orchidea.

Ispirazione: ‘Mina vagante’ è il soprannome della nonna, personaggio interpretato da Ilaria Occhini, recentemente scomparsa e a cui il drink è dedicato. “La mina vagante – si sente nel film – se n’è andata…le mine vaganti servono a portare il disordine, a prendere le cose e a metterle dove nessuno voleva farcele stare, a scombinare tutto….”. Il film racconta di delicati equilibri sociali e familiari, di rivelazioni e condizioni che uniscono o frantumano certezze e consuetudini. Questo drink vuole rappresentare proprio questo: uscire dal consueto, miscelando rum filippino Don Papa, gin britannico Fifty Pounds, Champagne Jacquart francese. Tutti prodotti apparentemente contrastanti, come i protagonisti del film, che, però, uniti insieme come nel ballo della scena finale, trovano un equilibrio e riescono a convivere, oltrepassando i luoghi comuni.

Drink: Mina Vagante (di Ilaria Bello)

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2020 - That's The Spirit SRL - PI/CF 03553861208 - Tutti i diritti riservati