Gin Cocktail & Cinema: Episodio 7

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Pubblicato in

il

Tre bartender di Roma fanno volare la loro creatività con tre cocktail a base di VII Hills Italian Dry Gin ispirati a tre film, capolavori del cinema moderno

Il Pioniere

(ispirato a “The Aviator”, di Martin Scorsese, 2004)

Barman: Franco Recarte del NIJI di Roma

Ingredienti:

  • 4 cl VII Hills Italian Dry Gin
  • 2 cl Cointreau
  • 1 cl liquore alla violetta
  • 2 cl lime
  • 1 cl zucchero liquido

Bicchiere: coppa Martini

Preparazione: Con la tecnica dello stir&strain, versare tutti gli ingredienti in un mixing glass precedentemente freddato, aggiungere ghiaccio fino all’orlo e mescolarlo con un barspoon fino al raggiungimento della temperatura e della diluizione desiderata. Versare in una coppetta Martini raffreddata e servire.

Ispirazione: Rivisitazione del classico “Aviation”, un drink dedicato ai pionieri dell’aviazione militare, nella variante proposta si ispira al film “The Aviator”, con un gusto fresco dalle note profumate grazie alle botaniche romane del VII Hills Italian Dry Gin. Ispirato alle tradizioni culturali e culinarie dell’Antica Roma, è uno spirito aromatico e fruttato, leggermente agrumato al naso, le cui sette spezie – i Sette Colli evocati dal nome – vengono amalgamate e infuse fino a 15 giorni, in una miscela versatile, ricca di storia e tradizione. Dolci note di melograno e camomilla romana bilanciati perfettamente nei suoi 43 gradi alcolici, dalla freschezza di sedano, carciofo, rosa canina, ginepro e arancia rossa. Distillato con Vacuum Pot Still ‘sottovuoto’, per un risultato più fine, elegante e con aromi più delicati.

Il Pioniere, di Franco Recarte

Franco Recarte, Niji (Roma)

Il Re dei Mondani

(ispirato “La Grande Bellezza”, di Paolo Sorrentino, 2013)

Barman: Giovanni Giuseppe Seddaiu, barman di Rosso, a Roma

Ingredienti:

  • 5cl VII Hills Italian Dry Gin
  • 3cl acqua acidificata al limone
  • 25cl sciroppo di violetta
  • 2 drop bitter alla lavanda
  • Top di Champagne Jacquart

Bicchiere: Flute

Garnish: Fiori edibili e scorza di limone

Preparazione: Raffreddare uno shaker, versare all’interno il VII Hills Italian Dry Gin, quindi l’acqua, precedentemente acidificata con dell’acido citrico e lo sciroppo di violetta. Shakerare vigorosamente il composto, filtrarlo con uno strainer e un colino, per rimuovere il ghiaccio in maniera completa, riempire il flute con Champagne Jacquart. Guarnire lo stelo del bicchiere con della scorza di limone e fiori edibili.

Ispirazione: Il drink prende ispirazione dalla figura di Jep Gambardella, interpretato dallo strepitoso Tony Servillo nel film di Sorrentino premiato con l’Oscar. “Non volevo semplicemente essere un mondano. Volevo essere il Re dei Mondani”: la storia di un uomo dal lato romantico, poetico, come l’odore della violetta tra i vicoli dell’Aventino e della sua relazione con una romanità ormai decaduta, appesa tristemente a un sogno svanito, insieme alle bolle di un flute di Champagne Jacquart.

Il Re dei Mondani, di Giovanni Giuseppe Seddaiu

Giovanni Giuseppe Seddaiu, Rosso (Roma)

Supertramp

(ispirato al film “Into the wild”, di Sean Penn, 2007)

Barman: Joy Napolitano, bar manager del The Barber Shop Speakeasy di Roma

Ingredienti:

  • 6 cl VII Hills Italian Dry Gin
  • 2,5 cl fermentato naturale di salvia e lime*
  • Top di Acqua Perrier

*Fare fermentare per 5 giorni dei lime privi del succo e foglie di salvia non fresche dentro un barattolo di vetro con un litro d’acqua e 200 grammi di zucchero.

Bicchiere: Collins
Garnish: una foglia di salvia

Preparazione: Preparare il drink direttamente nel bicchiere, versando prima il fermentato di salvia e lime a cui si aggiunge il VII Hills Italian Dry Gin, quindi riempire il bicchiere di ghiaccio e finire il drink versando acqua Perrier fino all’orlo e utilizzando una foglia di salvia come guarnizione.

Ispirazione: Supertramp, l’alter-ego di Chris, l’uomo che è scappato dalla vita quotidiana per cercare il suo IO fuori dal contesto sociale riconosciuto. Libertà, in qualsiasi parte si trovi, purché si rimanga a contatto con la propria anima: questo è lo spirito essenziale del drink omonimo Supertramp, ispirato al film “Into the Wild”. La libertà è scegliere un gin diverso visto come allontanamento dalle masse copiosamente unite nella mediocrità, l’italiano VII Hills Italian Dry Gin, che utilizza botaniche romane e la scelta del riuso di scarti alimentari per mostrare rispetto al mondo che ci circonda, grazie alla salvia non più fresca e ai lime già spremuti. Il tutto miscelato da Joy Napolitano che chiude il long drink con Acqua Perrier. #0waste

Supertramp, di Joy Napolitano

Joy Napolitano, The Barber Shop Speakeasy (Roma)

Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Pin on Pinterest Email this to someone

Non ci sono ancora commenti


Condividi la tua opinione!

La tua email non verrà pubblicata.

© 2015-2020 - ilGin.it Tutti i diritti riservati