News

I 5 gin erbacei da provare assolutamente

Vanessa Piromallo
June 15, 2021

Freschi, adatti a tutte le stagioni e a ogni abbinamento in miscelazione, sono i gin erbacei e oggi ve ne proponiamo 5

I gin dagli spiccati sentori erbacei sono spesso freschi e balsamici, ricchi e complessi, perfetti sia per i cocktail estivi sia per quelli invernale. Questa tipologia di gusto è molto diffusa e apprezzata in Italia, come dimostra questa nostra piccola selezione di gin erbacei che vi consigliamo di provare. Sono tutti adatti a sperimentare innanzitutto col Gin Tonic, ma anche con Negroni e Martini per partire dai grandi classici. Le note erbacee permettono di sposarsi bene anche con la frutta e gli agrumi, quindi questo è il periodo perfetto per iniziare a fare scorta!

Z44 Distilled Dry Gin

Prodotto dalla storica distilleria Roner in Alto Adige, si ispira ai profumi e alle tradizioni di quei luoghi: si distingue per il profumo alpino dato dal mix di botaniche di montagna, di cui quella più distintiva è la linfa estratta dalle pigne del cirmolo. Fresco e balsamico al naso e al palato, Z44 Dry Gin risulta secco e persistente, con note di ginepro bilanciate da cenni agrumati e floreali ed esaltate dalla balsamicità delle erbe alpine.

Acquista
ginpilz

GinPilz Dry Gin

Nasce nella Val di Cembra con botaniche dei boschi trentini e acqua delle Dolomiti, composto secondo la ricetta di Bruno Pilzer. Deliziosamente complesso al naso, al palato è armonico, persistente e secco. Le note di ginepro si bilanciano con quelle erbacee, unite alla morbida freschezza degli agrumi. Per le sue caratteristiche è molto piacevole bevuto liscio oltre ad essere un’ottima base per il Gin Tonic.

Acquista

Principe De Los Apostoles Mate Gin

Creato da Tato Giovannoni, uno dei più celebri barman dell’America Latina, per rendere onore al più argentino tra tutti i drink, el Mate: una perfetta espressione di armonia e sapore sudamericano. Caratterizzato da un profilo tropicale e indigeno, è un gin che si distingue per la sua genuinità e che incorpora botaniche argentine come Hierba mate, pompelmo rosa, menta piperita ed eucalipto. Al palato è morbido, con note agrumate di pompelmo e un finale erbaceo, dove la Hierba Mate sprigiona tutti i suoi aromi.

Acquista

Gin Agricolo Blagheur

E’ il Gin Erbaceo della trilogia comprendente anche Evra e Gadan; al palato il gusto è secco e deciso, ammorbidito dai sentori floreali di rosa, maggiorana, ireos e arquebuse, con retrogusto erbaceo e mentolato. Il finale è molto fresco, persistente e soprattutto erbaceo. L’eccellenza di questo gin deriva dalla ricerca delle migliori botaniche sul territorio piemontese. Ideale da bere liscio a fine pasto o abbinato con l’acqua tonica. Il nome “Blagheur” deriva dal dialetto piemontese e indica una persona a cui piace mettersi in mostra, vivendo al di sopra delle proprie possibilità.

Acquista

Gin Aqva Lvce

Antonio Levarin, detto Toni, fu soldato della Marina durante la Prima Guerra Mondiale e grazie ad un commilitone inglese scoprì il gin: finita la guerra smise di produrre mine e cominciò a distillare gin ed è da una delle sue ricette che nasce il Gin Aqva Lvce, chiamato così in ricordo delle esplosioni delle mine che illuminavano le acque del mare. Questo compound contiene particolari botaniche italiane quali luppolo, genziana, rosa canina, timo selvatico, ginestra, biancospino e alloro. Un lungo procedimento di distillazione fa sì che sia perfettamente bilanciato, con un gusto secco ma non pungente dalle fini note erbacee.

Acquista

Lascia un commento

Conferma

dioniso truffle gin (1)
Recensioni
Dioniso Truffle Gin, l’oro bianco e l’oro nero catturati in un distillato
Papillon-gin
News
Come salvare farfalle e scarafaggi bevendo gin: Papillon Gin e Carabus Gin
limone jerbario
Ricette
Torta allo Yogurt al Gin Tonic

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News