Recensioni

RR7 Luxury Gin: il gin sartoriale e biologico che conquisterà i migliori locali del mondo

Vanessa Piromallo
April 7, 2023

Un gin lussuoso, raffinato, prodotto in modo artigianale per dare il massimo della qualità e del gusto: vi raccontiamo RR7 Luxury Gin

Abbiamo scoperto un nuovo gin dal bellissimo colore rosa e dai delicati sentori floreali, che ci ha subito conquistato. Vogliamo quindi raccontarvelo assieme a Eugen Rusu, il bartender che lo ha creato assieme al socio e attore Vanderlei Vallin. I due si sono incontrati a Milano e hanno dato vita a questo progetto che si rivolge a quella nicchia che non vuole compromessi quando si tratta di bere prodotti di qualità e unici.

Come nasce RR7 Luxury Gin?

Io e Vanderlei ci siamo conosciuti lavorando nello stesso posto a Milano. Io facevo il barman e preparavo gin con infusione a freddo, che hanno avuto grande successo, da qui l’idea di realizzare un gin nostro da commercializzare. Avevo già conociuto Cillario & Marrazzi e mi piaceva il loro modo di lavorare, quindi abbiamo scelto di spiegare a loro il nostro progetto e con il loro aiuto abbiamo sviluppato la ricetta.

RR7 luxury gin

Una ricetta davvero unica, ci puoi dire di più?

Siamo partiti da una base classica di un gin secco e ricco di ginepro. Su questa base abbiamo aggiunto e bilanciato botaniche che arricchissero il gin con la loro particolarità e complessità: rosa, lamponi, gelsomino, arancia e tè nero di Ceylon. Gli ingredienti selezionati sprigionano le note floreali che ci piacciono e che rendono unico il prodotto, bilanciate da un gusto comunque secco e dal delizioso finale agrumato.

Come i gin che creavo tramite infusione, volevo che avesse un bel colore riconoscibile e quindi abbiamo aggiunto un colorante del tutto naturale così che il colore rosa si mantenesse bello e brillante, senza ossidarsi nel tempo.

Scopri RR7 su GinShop

Come è prodotto RR7 Luxury Gin?

Si tratta di un gin davvero artigianale, fatto a mano, con un’attento metodo produttivo in stile London Dry. L’alcol di base è della massima qualità, biologico, da grano tenero. Le botaniche, per estrarne i sentori delicati senza rovinarle, non vengono messe in infusione ma sono poste nell’apposito cestello in cima all’alambicco. Qui la corrente di vapore riesce a catturare l’essenza con rispetto della materia prima, permettendo di dare vita a un gin elegante nel gusto, lussuoso. Un metodo costoso ma raffinato.

Provalo subito

RR7 è chiaramente un gin elegante, di lusso, come dice il nome, non solo per il metodo con cui è distillato, ma anche nei dettagli, puoi dirci qualcosa di più sul packaging e sul nome?

Abbiamo scelto una bottiglia elegante, ben riconoscibile, che abbiamo impreziosito con il tappo in vetro color oro che riprende l’etichetta.

Il nome vuole esprimere il concetto di attenta artigianalità nella dicitura Luxury Gin, mentre RR esprime un omaggio alla mia famiglia (RR sono le iniziali dei miei figli, Ryan e Raul) e il numero 7, un numero magico, rappresenta le sette botaniche che caratterizzano e spiccano nel gin.

Con questo prodotto puntiamo ai grandi alberghi, ai locali più importanti di Milano, per poi espanderci anche nelle grandi città estere.

Acquista

Quali cocktail consigliate con RR7 Luxury Gin?

Ovviamente sono tanti i cocktail che ho sperimentato. In particolare consiglio il Martini classico con vermouth extra dry oppure nella variante con lamponi pestati, rosmarino e vermouth dry, perché esalta bene le botaniche del gin.

Un altro drink che amo è uno shakerato con sciroppo di lampone, succo di lime, soda e olio essenziale di lime.

Per il Gin Tonic consiglio una tonica secca, non coprente.

A proposito, seguiteci perché sto creando nuovi cocktail dalla composizione semplice così da esaltare il prodotto senza coprirlo.

Acquista RR7 Luxury Gin

Quali sono i vostri progetti per il futuro?

La nostra idea è quella di realizzare una vera e propria linea di gin. Il prossimo che lanceremo sarà un London Dry classico. Poi stiamo lavorando a diverse nuove versioni con sentori unici, che usciranno nel giro di pochi mesi, tra cui anche una invecchiata in botte, ma per quest’ultima, chiaramente, ci vorrà più tempo.

Lascia un commento

Conferma

Categorie

News
1317
Ricette
406
Recensioni
368
Interviste
275
Altro
Riduci

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News