News

BCB 2018: il successo del gin italiano

Vanessa Piromallo
October 12, 2018

Bar Convent Berlin 2018: tre giorni intensi che hanno segnato l'inizio di una proficua collaborazione fra i gin italiani per farsi conoscere nel mondo!

Sono stati tre giorni elettrizzanti quelli del Bar Convent Berlin 2018, soprattutto per noi amanti del gin. La fiera tra le più importanti d’Europa per il mondo del bar e del beverage quest’anno, come abbiamo detto, ha avuto un focus sui prodotti italiani e proprio all’ingresso, di fianco al padiglione d’onore dedicato al nostro Paese, gli stand del gin italiano organizzati da noi de ilGin.it hanno accolto i visitatori.

Italians gin it better!

E’ stato emozionante vedere quante persone hanno voluto conoscere e hanno apprezzato questo aspetto del Made in Italy. Giornalisti di fama internazionale e importatori di diversi paesi hanno avuto l’opportunità di assaggiare i gin italiani e di scoprire questo importante aspetto del nostro mercato degli spiriti. Il tutto reso ancora più bello dall’entusiasmo e dallo spirito di collaborazione che i produttori presenti hanno dimostrato, tutti riuniti in quanto parte dell’Italian Gins Dream Team.

E’ stato molto positivo vedere quanti produttori di gin da diversi parti d’Europa fossero presenti, continuando a portare avanti la qualità e la varietà di questo distillato che continua ad evolversi e a conquistare un pubblico sempre più vasto. Fra le tendenze più interessanti c’è quella dei gin che cambiano colore a contatto con l’acqua tonica e abbiamo provato quelli di GinTuning, produttore tedesco non ancora esportato in Italia, tra i pionieri di questa tendenza. Molte anche le proposte fra i gin invecchiati, un paio presentati da The Boutique-y Gin Company, ma presenti anche da noi e nel padiglione italiano grazie al nuovo gin di Mì&Tì e a quello di Fred Jerbis, lanciato in anteprima assoluta proprio durante il BCB.

Dalla cantante lirica che ha sorpreso il pubblico con il flash mob organizzato da ilGin.it all’album di figurine da completare con le immagini dei gin italiani passando per le lezioni di gestualità italiana, il coinvolgimento è stato a tutto tondo, ma nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile senza la passione e la forza dei produttori che ci hanno sostenuti in questa iniziativa diventando parte dell’Italian Gins Dream Team.

Ringraziamo dunque Fava Bibite per averci rifornito con le sue meravigliose acque toniche e soft drink della gamma Imperdibile così da dissetare tutti i presenti. Ringraziamo Mixer che ha gestito il bar e ha creato una fantastica cocktail list con i gin presenti. Ringraziamo poi tutti i produttori e brand owner italiani che hanno instancabilmente proposto al pubblico i loro ottimi distillati durante i tre giorni del BCB 2018:

  • Bonasi Brand: Gin David
  • Cantine Sant’Agata: Gin Agricolo Evra, Gadàn e Blagheur
  • Beniamino Maschio: Kapriol Dry Gin, Gin Aqva Lvce
  • Pure Sardinia: Solo Wild Gin, Doro Aged Gin
  • Notwork Production: Gin Mì e Gin Tì
  • Picogrammo: PhD Gin, 1528 Gin Liqueur al Cacao
  • Mercury Spirits Ltd: VII Hills Italian Dry Gin
  • Levante Spirits: Ginepraio
  • Extra Srl: Taggiasco ExtraVirGin
  • Francoli: Gin Acqueverdi
  • About Ten: Greedy Gin
  • Virus Srl: Gin Tifi
  • Hemp Herb Organics: Hemp Herb Cannabis Gin
  • Moletto: Moletto Gin

Complimenti a tutti, siete stati meravigliosi! Grazie e God Save the Gin… and the Italian Gins Dream Team!

Lascia un commento

Conferma

quattro m spirits
Recensioni
Quattro M Spirits: tre gin e passione distillata
diageo world class 2018
News
Diageo Reserve World Class: il miglior bartender d'Italia 2021 è Simone Molè
tonica sanpellegrino (1)
Recensioni
Gamma Mixers Sanpellegrino: l’eccellenza per la mixology a casa come al bar

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News