News

I 6 gin italiani dai sapori montani da provare

Vanessa Piromallo
August 31, 2021

I profumi freschi e balsamici delle piante di montagna sono perfetti nel gin, ecco alcuni dei meno noti da provare...

Molto in voga tri i gin italiani sono quelli dai sentori freschi, balsamici e molto erbacei, con distintive botaniche alpine e montane che ne caratterizzano la personalità. Tra i più famosi e rinomati ci sono sicuramente Dol Gin della Distilleria Zu Plun, Z44 Dry Gin di Roner (entrambe della provincia di Bolzano) e il Gin Marconi 46 di Poli Distillerie (Veneto). Oltre a questi, oggi vi consigliamo sei gin italiani meno noti, che si ispirano ai profumi e ai sapori di montagna, ideali per la miscelazione in tutte le stagioni grazie ai loro deliziosi mix di erbe autoctone.

Gin Glacialis – Val d’Aosta

Il suo legame con le montagne non deriva dal mix di botaniche perché la sua peculiarità è quella di essere distillato con solo ginepro della Val d’Aosta, con i suoi sentori balsamici e freschi che creano un gusto complessivamente secco. E’ quindi grazie all’uso di un solo fondamentale ingrediente che Gin Glacialis riesce a rispecchiare l’essenza di un’intera regione, con la sua limpidezza e la semplicità ricercata. Da provare abbinato alla selvaggina o a cibi affumicati!

Acquista
gin j7

Gin J7 – Abruzzo

Gin J7 è prodotto dalla storica distilleria abruzzese Jannamico & Figli, in opera sin dal 1888. Dedicato alla Majella, il gin è caratterizzato da botaniche locali quali pino mugo e genziana. Molto secco, Gin J7 sprigiona persistenti note di Ginepro su cui si adagiano finemente le altre fragranze, tra le quali spiccano il profumo resinoso dei germogli di Pino Mugo e le note amare della genziana, bilanciate dalla balsamicità delle erbe. Con questi decisi sentori racchiude così l’anima della Majella.

Acquista

St. Urban Dry Gin – Trentino Alto Adige

Distillato dall’omonima distilleria altoatesina, St. Urban Gin nasce dalla passione per il gin del distiller Erwin e dalla voglia di creare qualcosa di speciale. Tra le botaniche troviamo ginepro, limone, pepe, cannella, melissa e pompelmo, infatti al palato il ginepro si unisce a sentori speziati e agrumati. Non è un gin montano comune perché preferisce concentrare i suoi sapori sugli agrumi e sul bilanciamento con le spezie, anzi è vicino per molti aspetti ad alcuni gin mediterranei, ma con un’anima propria e unica.

Acquista
blackmouth dry gin

Blackmouth Dry Gin – Lombardia

Un gin che è un’evasione dalla città per cercare l’avventura sui monti. Dal gusto fresco e beverino, predomina il ginepro, bilanciato dalle spezie e dalle radici che conferiscono rotondità al distillato, unite agli agrumi per maggiore freschezza. Blackmouth Dry Gin è perfetto per il Gin Tonic, ma è anche un gin che si può bere liscio ed è estremamente versatile in miscelazione grazie al suo gusto complessivamente classico e ben bilanciato. Sull’etichetta compare il profilo del Monte Resegone, che ha ispirato la ricetta e sul quale il creatore del gin andava a raccogliere le erbe spontanee da sperimentare in distillazione.

Acquista

Kapriol Dry Gin – Veneto

La ricetta di Kapriol Dry Gin si ispira a quella antica del tipico amaro di montagna di Distilleria dell’Alpe, risalente al 1948. La sua peculiarità è di non avere agrumi, ma bilanciati sentori erbacei. Di recente l’azienda ha però lanciato una serie di versioni aromatizzate tra cui Kapriol Gin Lemon & Bergamot, che ai tipici sentori montani unisce decise e fresche note di limone e bergamotto.

Acquista

Gin Acqueverdi – Val d’Aosta

Gin Acqueverdi prende il nome dalle sorgenti di montagna della Val d’Aosta, vicine alla distilleria La Valdotaine dove il gin è prodotto. Queste acque si caratterizzano per il bellissimo colore verde-turchese e conferiscono al gin il suo gusto particolare. Oltre che per la forte mineralità, il gin si caratterizza per le distintive note aromatiche erbacee e floreali date dalle botaniche raccolte nel vallone retrostante la distilleria. Fra queste troviamo la rosa alpina, la malva, il pino mugo, i germogli di pino e il genepy. Anche il ginepro proviene dalla Val d’Aosta ed è proprio dal tradizionale liquore al ginepro, fatto per macerazione sia delle bacche sia dei rametti di ginepro, che si ispira la produzione del Gin Acqueverdi.

Acquista

Lascia un commento

Conferma

Still33 Premium Collection
Recensioni
Still 33, il Proibizionismo va in scena in Sudafrica
friuli fred jerbis polcenigo
News
Viaggio in Friuli alla scoperta del territorio con Fred Jerbis
EG_Wildlife Warrior Mood10 copy
News
Elephant Gin Wildlife Warrior, edizione limitata Natale 2022 per salvare gli elefanti

Esplora la nostra
Enciclopedia

Ricette

News